Visa permette i prelievi crypto in 145 paesi

Anche l'Italia è interessata da questa novità.
Visa prelievi crypto
Indice

Visa abiliterà i prelievi di criptovalute su carte di debito in 145 paesi, consentendo ai clienti di trasferire direttamente criptovalute come Bitcoin dai loro wallet, come MetaMask, alle carte di debito.

Prelievi crypto da wallet a Visa

I clienti di Visa possono prelevare criptovalute dai loro wallet direttamente su carte di debito, questo avverrà in 145 paesi tra cui c’è anche l’Italia. Questo servizio è reso possibile attraverso l’integrazione con Transak, con cui implementerà la soluzione Visa Direct. 

Gli utenti possono trasferire criptovalute come Bitcoin direttamente dai loro wallet digitali, ad esempio MetaMask.

L’obiettivo è facilitare l’uso delle criptovalute nella vita quotidiana e migliorare l’accessibilità finanziaria. Questa mossa di Visa potrebbe essere un passo molto importante verso l’adozione mainstream delle criptovalute.

Come funzionerà il prelievo crypto tramite Visa

L’integrazione con Transak mira a semplificare il processo di conversione delle criptovalute in valuta tradizionale.

Transak è un toolkit di integrazione per sviluppatori che consente agli utenti di acquistare e vendere criptovalute in qualsiasi app, sito web o tramite plugin.

L’integrazione con Visa permetterà agli utenti di inviare criptovalute direttamente sulla loro carta Visa di fatto creando una semplice operazione di vendita. In questo modo, il credito che prima era in criptovaluta su un wallet, diventa valuta fiat da poter spendere presso qualunque esercizio fisico e online che accetti Visa. 

Questo sistema semplifica il processo di conversione da crypto a fiat evitando di fatto di dover passare per un exchange. 

L’impegno di Visa nel settore crypto

L’accordo annunciato oggi e riportato da Cointelegraph è una conferma dell’impegno di Visa nel settore delle criptovalute. 

Visa ha collaborato in passato con diverse aziende dello spazio crypto e blockchain. Dal 2020, ad esempio, collabora con Circle per il supporto di USDC su alcune carta isa. Nel 2023 ha introdotto il supporto per i pagamenti in USDC su Solana e ha sperimentato sulla testnet Goerli di Ethereum la possibilità di pagare le gas fee direttamente con carta di credito.

Il matrimonio tra carte di credito/debito e criptovalute

Del resto le carte di credito, debito o prepagate sono state uno dei primi modi sperimentati per permettere agli utenti crypto di poter utilizzare le criptovalute nella vita reale.

Il primo operatore a provarci è stato Crypto.com, allora Monaco, che lanciò una carta di debito che permetteva di spendere criptovalute, proprio su circuito Visa. Ora la Carta Visa Crypto.com è tra le più apprezzate dagli utenti crypto. 

La peculiarità delle carte di credito crypto è proprio quella di rendere le criptovalute un comunissimo mezzo di pagamento che non ha bisogno di address, QR code o tempi di conferma. Il processo di conversione avviene nella carta alla fase del pagamento e utente ed esercente non se ne accorgono neppure perché tutto procede come nei normali pagamenti. 

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!