La SEC può continuare la causa contro Coinbase

L’exchange ha visto respinta la sua richiesta di archiviazione
Coinbase SEC
Indice

La battaglia legale tra la SEC statunitense e l’exchange di criptovalute Coinbase è destinata ad andare avanti. Un tribunale statunitense ha negato la mozione di Coinbase per respingere il caso presentato dalla SEC, permettendo all’organo di regolamentazione di proseguire con la sua azione legale. 

Al cuore del contendere, le accuse secondo cui Coinbase opererebbe come un exchange, broker e agenzia di clearing non registrato, in una vicenda che rispecchia le sfide normative e di conformità che affliggono l’intero settore delle criptovalute, come evidenziato di recente anche dal caso KuCoin.

 Il verdetto del giudice: la causa tra la SEC e Coinbase prosegue

Il giudice del distretto degli Stati Uniti, Katherine Failla, ha stabilito che la SEC ha presentato argomentazioni sufficientemente plausibili per procedere con il processo contro Coinbase. La causa si concentra sull’offerta e la vendita non registrate di titoli tramite il programma di staking di Coinbase, oltre all’operato dell’exchange come intermediario non registrato di titoli. 

Questa decisione evidenzia ancora una volta il dibattito in corso sulla natura e la classificazione delle criptovalute e dei servizi correlati nel quadro normativo statunitense.

Il punto di vista di Coinbase

A spiegare l’accaduto è stato il capo legale di Coinbase in un post su X.

Paul Grewal ha chiarito che in questi casi una decisione del genere è piuttosto comune. Tuttavia una piccola vittoria Coinbase l’ha avuta in quanto non andrà avanti la causa che coinvolgeva anche Coinbase Wallet. Tuttavia Coinbase è fiducioso di poter dimostrare le sue ragioni contro la SEC in un’aula di tribunale. 

“In prospettiva, rimaniamo fiduciosi nelle nostre argomentazioni legali, non vediamo l’ora di dimostrare che abbiamo ragione, siamo impazienti di avere l’opportunità di ottenere per la prima volta informazioni dalla SEC e apprezziamo che la Corte continui a prendere in considerazione il nostro caso.”

Ancora, per Coinbase è necessario che il Congresso si affretti a varare una legislazione completa sulle criptovalute: 

“Questo è fondamentale se vogliamo che l’innovazione rimanga negli Stati Uniti.”

Cosa potrebbe accadere a Coinbase

L’esito del processo potrebbe avere implicazioni significative per Coinbase e, per estensione, per l’intero ecosistema delle criptovalute negli Stati Uniti. 

Una sentenza a favore della SEC potrebbe non solo imporre a Coinbase di registrarsi come exchange e broker di titoli, ma potrebbe anche limitare l’accesso degli investitori al dettaglio a una vasta gamma di token, modificando radicalmente il panorama degli scambi di criptovalute negli Stati Uniti.

Exchange crypto nel mirino della SEC

Il caso contro Coinbase si inserisce in un contesto più ampio di azioni legali della SEC contro gli exchange di criptovalute, tra cui la recente indagine su KuCoin per violazioni delle leggi anti-riciclaggio. 

Questi sviluppi sottolineano l’intensificarsi della vigilanza da parte della SEC sugli operatori del settore delle criptovalute, che stanno affrontando crescenti pressioni per conformarsi alle leggi federali sui titoli. La determinazione della SEC a regolamentare il settore attraverso azioni legali contro entità protagoniste del settore come Coinbase e KuCoin invia un chiaro segnale sul serio impegno dell’organo di regolamentazione a imporre la conformità, delineando un futuro in cui gli exchange di criptovalute potrebbero dover affrontare un ambiente normativo sempre più complesso.

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!