Runes porta la DeFi su Bitcoin tra entusiasmo e scetticismo

Runes Bitcoin
Indice

Il protocollo Runes rappresenta l’ultima evoluzione della rete Bitcoin, introducendo token fungibili direttamente sulla blockchain. Questa novità ha suscitato tanto interesse quanto preoccupazione nella comunità, evidenziando una divisione tra visioni innovative e la conservazione delle tradizioni legate alla rete BTC.

Cos’è il protocollo Runes

Il protocollo Runes è stato lanciato durante l’ultimo halving di Bitcoin e ha introdotto una possibilità fino ad ora inesplorata: incastonare token fungibili sui satoshi, le unità più piccole di Bitcoin. Questi token, chiamati Runes, si possono comparare a degli asset digitali che, pur seguendo le regole tecniche della blockchain di Bitcoin, operano sfruttando le sue presunte lacune strutturali. A differenza degli Ordinals, che si posizionano come una forma di arte digitale e collezionismo, i Runes si configurano come veri e propri token utilizzabili per transazioni e applicazioni finanziarie, aprendo la strada a nuove forme di DeFi su Bitcoin.

Le critiche al protocollo Runes

Nonostante l’innovazione, il protocollo Runes non è esente da critiche. Luke Dashjr, uno sviluppatore tra i più noti della rete Bitcoin, ha espresso preoccupazioni riguardo alla modalità con cui i Runes sfruttano le vulnerabilità della rete. Secondo Dashjr, mentre gli Ordinals rappresentano un “attacco a 9 vettori” sfruttando le vulnerabilità di Bitcoin Core, i Runes costituiscono un “attacco a 5 vettori” che, sebbene tecnicamente legittimo, si allontana dagli ideali originari di Bitcoin. Dashjr ha anche suggerito metodi per filtrare le transazioni di Runes dalla rete, indicando un potenziale impatto negativo sulla scalabilità e sul costo delle transazioni di Bitcoin.

La “scommessa” di OpenDelta

In questo contesto, la startup OpenDelta sta facendo una grande scommessa sui Runes, raccogliendo $2.15 milioni per sviluppare tecnologie tokenizzate su Bitcoin. Come riportato da Coindesk, OpenDelta prevede di lanciare USDO, una stablecoin ancorata al dollaro, che manterrà il suo valore attraverso strategie di copertura basate su Bitcoin depositato come collaterale. 

Questa mossa potrebbe portare una nuova era di prodotti finanziari basati su Bitcoin, divergendo dalle norme stabilite dall’ecosistema DeFi di Ethereum. 

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!