Il rimbalzo di Bitcoin fa prevedere ai trader di opzioni su criptovalute un valore di 100.000 dollari

Il numero di contratti call attivi su Bitcoin è significativamente superiore a quello delle put, il che indica un sentimento di mercato rialzista.
Bitcoin 100.000
Indice

Il nuovo rialzo del prezzo di Bitcoin (BTC) ha spinto i trader di opzioni a riconsiderare la possibilità che la criptovaluta raggiunga il livello di 100.000 dollari a un certo punto dell’anno.

La criptovaluta leader per valore di mercato è salita di oltre il 12% a 63.470 dollari da quando, mercoledì scorso, il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha escluso ulteriori strette o rialzi dei tassi come prossima mossa politica, secondo i dati di CoinDesk. I deludenti dati sui non-farm payrolls (NFP) di venerdì hanno convalidato la posizione di Powell, accelerando la ripresa di BTC.

Per questo motivo, si è registrato un notevole aumento della domanda di opzioni call su Bitcoin presso il principale exchange di criptovalute Deribit e sulle reti OTC (over-the-counter). Queste opzioni mirano specificamente a un rally verso nuovi massimi, potenzialmente superando i 75.000 dollari e raggiungendo addirittura i 100.000 dollari.

“Stiamo assistendo a un seguito rialzista della volatilità e dei tassi dopo il rimbalzo dell’inversione di venerdì e nel fine settimana. Le inversioni di rischio di BTC sono diventate positive (le call sono più costose delle put) e [c’è stata] una rinnovata domanda di call sul BTC a scadenza sett. 75.000 e 100.000 dollari”, ha dichiarato QCP Capital in una nota di lunedì.

Un’opzione call dà il diritto di acquistare l’attività sottostante a un prezzo predeterminato in una data specifica o prima. Un acquirente di call è implicitamente rialzista sul mercato, mentre un acquirente di put è ribassista.

La rete di trading istituzionale di criptovalute OTC Paradigm ha fatto un’osservazione simile lunedì, affermando un aumento della domanda di call out-of-the-money (OTM) o di quelle a strike ben al di sopra del tasso di mercato di BTC.

“Il mercato delle opzioni sembrava anticipare un rialzo a breve termine questa mattina, con le principali operazioni su BTC ed ETH su Paradigm che consistevano in call OTM acquistate in quantità. Abbiamo notato che il precedente acquirente di call da 200.000 dollari del 25 marzo [scadenza] ha chiuso la sua posizione per acquistare lo strike da 85.000 dollari del luglio 2024 [scadenza]”, ha dichiarato Paradigm in un messaggio Telegram.

I dati di Deribit mostrano che gli operatori hanno bloccato oltre 688 milioni di dollari in opzioni call da 100.000 dollari di strike su diverse scadenze. Si tratta del più alto open interest nozionale tra tutte le opzioni quotate in borsa.

Open Interst nelle opzioni di BTC per strike.
Open Interst nelle opzioni di BTC per strike. (Deribit)

Nel momento in cui scriviamo, su Deribit erano attivi più di 150.000 contratti di opzioni call per un valore di 9,5 miliardi di dollari. Si tratta di più di due volte l’open interest delle opzioni put, segno di aspettative di mercato rialziste.

L’open interest nozionale si riferisce al valore in dollari racchiuso nel numero di contratti attivi o aperti. Su Deribit, un contratto di opzione rappresenta un BTC o un ether (ETH).

Analisti rialzisti su BTC

Sia gli analisti fondamentali che quelli tecnici si sono nuovamente coalizzati sull’idea che il percorso di minor resistenza per Bitcoin sia sul lato più alto.

Bitcoin continua a essere sostenuto dal ciclo elettorale statunitense e dalla spesa in deficit in corso. Per questo motivo abbiamo modificato la nostra ‘linea nella sabbia’ da 68.300 a 62.000 nel nostro rapporto del 3 maggio – il mercato potrebbe scambiare (tatticamente) in modo rialzista sopra 62.000“, ha dichiarato 10X Research.

Siwssblock Insights prevede che l’indice del dollaro (DXY) rimanga sulla difensiva, a meno che la posizione di Powell non venga messa in discussione. Il DXY è sceso dell’1,2% a 105,20 dalla riunione della Federal Reserve di mercoledì.

La posizione di debolezza del dollaro è destinata a persistere finché i dati economici continueranno a sostenere questa direzione e finché i funzionari della Federal Reserve non contrasteranno la posizione di Powell. Il mercato del lavoro sta mostrando segni di allentamento, ma le voci della Fed più falsi potrebbero ancora spingere per mantenere i tassi più alti più a lungo, il che potrebbe avere un impatto sulla traiettoria del dollaro“, si legge nell’ultima newsletter di Swissblock Insights.

Nel frattempo, l’analisi delle onde di Elliot di John Glover, chief investment officer di Ledn, suggerisce che Bitcoin potrebbe salire fino a 92.000 dollari.

L’azione del prezzo di BTC continua a seguire il mio percorso previsto per l’onda 4, come si può vedere nel grafico sottostante. Anche se il calo a 56,5k dollari potrebbe aver completato la correzione, mi aspetto ancora di vedere un prezzo di 52-55k dollari prima che l’onda 4 si completi, 2/ Una volta completata la quarta onda, mi aspetto che l’onda 5 si spinga fino a circa 92k dollari“, ha detto Glover in un’e-mail a CoinDesk.

Ralph Nelson Elliott ha introdotto la teoria delle onde di Elliot nel 1938 nel suo libro The Wave Principle. La teoria parte dal presupposto che i movimenti dei prezzi degli asset possono essere previsti osservando e identificando un modello d’onda ripetitivo.
Le tendenze si sviluppano in cinque onde, di cui 1, 3 e 5 sono onde d’impulso, che rappresentano la tendenza primaria, mentre 2 e 4 mostrano ritracciamenti temporanei delle onde d’impulso precedenti.

Fonte: Coindesk

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!