Il prezzo di Bitcoin scende sotto i 40.000 dollari mentre l’ETF di Grayscale continua a registrare deflussi

Il prezzo di Bitcoin lotta con la soglia dei 40.000 dollari.
Bitcoin 40000 dollari
Indice

Bitcoin è sceso al di sotto dei $40k nonostante l’approvazione da parte della SEC degli ETF spot, con l’ETF Grayscale che ha perso più di 2 miliardi di dollari da allora.

Bitcoin ha purtroppo continuato a precipitare, scendendo sotto i 40.000 dollari per la prima volta nel 2024. Prima il re delle monete è sceso a 39.414 dollari, per poi risalire a 40.052 dollari. Tuttavia, i dati di CoinMarketCap mostrano che la criptovaluta più grande al mondo per capitalizzazione di mercato è nuovamente scesa sotto i 40.000 dollari, quotando 39.722 dollari. Gran parte del crollo di Bitcoin sarebbe legato ai forti deflussi dal fondo negoziato in borsa (ETF) di Grayscale.

Il 10 gennaio, la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha approvato 11 ETF di Bitcoin spot dopo oltre un decennio di rifiuti. Sebbene la SEC abbia negato diverse richieste per vari motivi, tra cui il rischio di frode, alla fine ha concesso l’autorizzazione alla negoziazione, con grande entusiasmo nel settore delle criptovalute. Molti pronostici hanno concluso che lo sviluppo sarebbe stato inequivocabilmente rialzista per Bitcoin, con previsioni che prevedevano significativi balzi del prezzo di Bitcoin. Tuttavia, Bitcoin non sta reagendo come previsto e ha perso il 14% del suo valore dopo l’approvazione. Nelle ultime 24 ore, Bitcoin ha perso quasi il 4% e oltre il 6% in 7 giorni.

Bitcoin trascina le principali criptovalute

Purtroppo, sembra che il calo sia generalizzato alla maggior parte delle principali criptovalute. Ad esempio, Ether (ETH) ha perso il 4,35% nelle ultime 24 ore e più del 7% nell’ultima settimana. Inoltre, sia BNB che XRP hanno perso il 3% in 24 ore, mentre SOL è crollato del 6%. Tra le 10 criptovalute più importanti. Avalanche (AVAX) ha subito il calo maggiore, perdendo oltre il 7% in 24 ore e il 17% in 7 giorni. È interessante notare che AVAX ha guadagnato più del 150% negli ultimi tre mesi del 2023.

Alcuni operatori ritengono che il crollo di Bitcoin non sia sorprendente. Il CEO e Chief Investment Officer di Defiance ETFs Sylvia Jablonski ha dichiarato:

“La mossa odierna di Bitcoin è del tutto attesa. Sembra un pullback ‘sell-the-news’, prima di vedere la criptovaluta riprendere la sua traiettoria rialzista”.

Jablonski è uno dei pochi a ritenere che potrebbe esserci un’ulteriore correzione. In un’intervista alla CNBC, Katie Stockton del provider di ricerca indipendente Fairlead Strategies ha affermato che Bitcoin potrebbe precipitare a 36.000 dollari prima di risalire.

FTX ha ritirato un miliardo di dollari di Bitcoin dall’ETF di Grayscale

Molti ritengono che i deflussi di Grayscale stiano contribuendo in modo significativo al crollo del prezzo di Bitcoin. Dall’approvazione della SEC, più di 2 miliardi di dollari di azioni dell’ETF di Grayscale hanno lasciato le casse della società. Sebbene molti abbiano suggerito che l’uscita sia dovuta agli investitori alla ricerca di ETF più economici, gran parte di essa è dovuta alla liquidazione delle azioni da parte della curatela fallimentare di FTX. Secondo i dati esaminati da CoinDesk, la proprietà ha venduto 22 milioni di azioni, per un valore di circa 1 miliardo di dollari. Di conseguenza, FTX non ha più alcuna proprietà di GBTC (Grayscale Bitcoin Trust). Il valore delle azioni era salito poco dopo l’inizio della negoziazione di GBTC sul NYSE Arca.

L’ETF di Grayscale è stato convertito dal fondo GBTC, un prodotto privato con un patrimonio di quasi 30 miliardi di dollari. Il fondo è stato lanciato inizialmente nel 2013 e accettava solo investitori accreditati. Tuttavia, nel 2015 ha ricevuto l’autorizzazione da parte della Financial Industry Regulatory Authority (FINRA) a negoziare pubblicamente.

Fonte: Coinspeaker

HOT TOPIC

Articoli correlati

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!