Il prezzo di Bitcoin scende dell’1,3% in un’ora dopo che i dati sui salari degli Stati Uniti hanno superato le stime

Bitcoin reagisce istantaneamente ai dati che sostengono la capacità della Federal Reserve di mantenere i tassi di interesse più alti per un periodo più lungo: il prezzo di BTC scende a 42.550 dollari.
prezzo di Bitcoin
Indice

Bitcoin è sceso durante l’apertura di Wall Street del 2 febbraio, quando i dati sulla disoccupazione negli Stati Uniti hanno rivelato un’impennata a sorpresa.

BTC/USD grafico a 1 ora | Fonte: TradingView

I mercati riducono le probabilità di un taglio dei tassi della Fed a marzo

I dati di Cointelegraph Markets Pro e TradingView hanno tracciato una candela oraria di 500 dollari su Bitstamp.

Bitcoin ha reagito immediatamente ai dati sui salari non agricoli degli Stati Uniti, che sono stati quasi raddoppiati rispetto alle stime di gennaio: 353.000 contro le 185.000 attese.

I venditori hanno guadagnato il controllo poiché i numeri hanno suggerito che la politica economica restrittiva non sta danneggiando l’economia come si pensava. I tassi di interesse potrebbero quindi rimanere più alti più a lungo, privando gli asset di rischio – comprese le criptovalute – di liquidità.

Il 31 gennaio, la Federal Reserve ha deciso all’unanimità di mantenere i tassi ai livelli precedenti, mentre il presidente della Fed Jerome Powell ha cercato di dissipare le voci di un possibile taglio a marzo.

I dati sui disoccupati hanno rafforzato questa tesi, con i mercati che hanno scontato le probabilità di un taglio prima di maggio.

Secondo i dati dello strumento FedWatch del CME Group, le probabilità che la mossa avvenga a marzo sono pari al 17,5% al momento della scrittura, contro il 45% dell’inizio della settimana.

Probabilità del taglio tassi della FED
Probabilità del taglio tassi della FED | Fonte: CME Group

Dopo tutti gli scongiuri che si sono scatenati dopo i dati NFP del mese scorso, in merito al fatto che le revisioni avrebbero abbassato il dato di dicembre, la realtà è che i numeri di dicembre sono stati rivisti al rialzo a +333k da +216k”, ha risposto Caleb Franzen, fondatore di Cubic Analytics, su X (ex Twitter).

“Coloro che dubitano dell’economia continuano a sbagliare”.

Nella sua reazione, il commentatore finanziario Tedtalksmacro si è detto ottimista al di là degli effetti immediati a breve termine della perdita di occupazione.

“Non sarei sorpreso se la criptovaluta tornasse ai massimi tra qualche ora”, ha scritto in un post su X.

“I forti dati sull’occupazione sono buoni dati a lungo termine, è solo che il mercato si è spinto troppo in avanti quando i prezzi sono stati tagliati

Indice Dollaro Statunitense (DXY)
Indice Dollaro Statunitense (DXY), grafico giornaliero | Fonte: Tradingview

In un ulteriore vento contrario per le criptovalute, l’indice del dollaro statunitense (DXY) ha guadagnato rapidamente, raggiungendo nuovi massimi da 2024.

I deflussi di GBTC si riducono di nuovo

A dare un po’ di sollievo ai tori del Bitcoin sono stati i deflussi dal Grayscale Bitcoin Trust (GBTC), uno dei fondi negoziati in borsa (ETF) su Bitcoin lanciato di recente.

Al momento della stesura del presente articolo, i flussi verso il depositario Coinbase hanno raggiunto un totale di 4.400 BTC, un valore inferiore rispetto agli ultimi giorni e di gran lunga inferiore al picco di 25.000 raggiunto a gennaio, secondo i dati forniti dalla società di crypto intelligence Arkham.

“Gli afflussi netti totali sono stati di +38 milioni di dollari ieri, quindi un’altra giornata di afflussi, anche se piccoli”, ha commentato il popolare trader Daan Crypto Trades in parte di un post di X sui dati.

Fonte: Cointelegraph

HOT TOPIC

Articoli correlati

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!