Il prezzo di Bitcoin testa di nuovo i $63K nonostante i deflussi di GBTC scendano sotto i $100M

La debolezza del prezzo di BTC si contrappone al rallentamento nei deflussi di GBTC.
Prezzo Bitcoin
Indice

Bitcoin ha toccato i minimi intraday all’apertura di Wall Street del 22 marzo, nonostante i minori deflussi dal Grayscale Bitcoin Trust (GBTC).

Grafico BTC/USD 1 ora | Fonte: Tradingview

GBTC vede raffreddarsi i deflussi

I dati di Cointelegraph Markets Pro e TradingView hanno tracciato la performance zoppicante dei prezzi di BTC, mentre 63.000 dollari sono tornati sul radar.

La criptovaluta più grande non è riuscita a mantenere i livelli più alti, frutto di un precedente rimbalzo, e i suoi vecchi massimi storici a 69.000 dollari sono rimasti incontrastati.

I flussi della giornata in entrata e in uscita dagli exchange-traded fund (ETF) statunitensi di Bitcoin sono iniziati in modo promettente. GBTC ha registrato solo 96 milioni di dollari di deflussi, secondo i dati iniziali della società di crypto intelligence Arkham, meno di un terzo del totale di inizio settimana.

Finora, ogni giorno di questa settimana ha visto deflussi netti dagli ETF spot – un momento unico nella loro breve storia.

Analizzando l’attuale azione dei prezzi di BTC, il popolare trader Skew ha sospettato mosse deliberate per minare lo slancio rialzista.

“Sembra che qualcuno stia cercando di forzare una cascata di nuovo qui durante un’azione di prezzo debole”, ha commentato in un post su X sui dati del book degli ordini spot del più grande exchange del mondo per volume, Binance.

Skew ha aggiunto che è “abbastanza chiaro” che alcuni trader stanno vendendo al ribasso.

Il collega Crypto Tony si è unito a coloro che chiedono un recupero di 69.000 dollari per garantire la continuazione del rialzo.

Tutti gli occhi sono puntati sulla chiusura settimanale”, ha continuato il trader Jelle.

Adottando una visione tipicamente ottimistica del mercato, Jelle ha delineato il potenziale di rialzo se Bitcoin fosse in grado di ribaltare l’attuale intervallo di supporto.

“Se Bitcoin riesce a trasformare questa zona in un supporto, c’è ben poco che impedisca al prezzo di dirigersi verso l’obiettivo di questo cuneo discendente: 100.000 dollari”, ha detto ai follower di X.

Grafico BTC/USD | Fonte: Jelle

Analista: Bitcoin rischia un “destino simile a quello del 2016”.

Nel frattempo, il trader e analista Rekt Capital ha fatto un paragone con il mercato toro di Bitcoin del 2016.

Allora, ha osservato, il periodo immediatamente precedente all’halving della sovvenzione in blocchi ha prodotto un marcato ribasso.

“Di recente, Bitcoin ha anche prodotto uno stoppino lungo al ribasso sul suo Pre-Halving Retrace”, ha spiegato.

“Bitcoin dovrà continuare a mantenere questi massimi attuali per evitare un destino simile a quello del 2016, dove la reazione iniziale è stata forte ma di breve durata”.

Confronto BTC/USD. Fonte: Rekt Capital

Il prossimo evento di halving è previsto per metà aprile.

Fonte: Cointelegraph

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!