Opzioni sugli ETF Bitcoin Spot, necessari mesi per l’approvazione

A neanche un mese di distanza dalla storica approvazione degli ETF Spot su Bitcoin, un interessante strumento derivato potrebbe arrivare sul mercato. Forse. 
Opzioni ETF Bitcoin Spot
Indice

Dopo neanche un mese dall’approvazione degli ETF Spot su Bitcoin, CBOE, Nasdaq e NYSE avrebbero fatto domanda alla SEC per offrire le opzioni con sottostante gli stessi ETF Bitcoin Spot. Ma l’approvazione potrebbe richiedere mesi, o addirittura anni.

L’iter di approvazione delle opzioni sugli ETF Bitcoin Spot

Stando a quanto riporta Reuters, le opzioni sui nuovi ETF Bitcoin Spot statunitensi potrebbero impiegare mesi per ottenere l’approvazione regolamentare, e questo sarebbe un danno per gli asset sottostanti, gli ETF su Bitcoin e i potenziali investitori. 

L’iter non sarebbe affatto facile, perché coinvolgerebbe non solo la SEC ma anche la Commodity Futures Trading Commission (CFTC), che supervisiona i derivati sulle materie prime.

Gli ostacoli burocratici e la complessità legata al doppio coinvolgimento della SEC e della CFTC, creano incertezza sul periodo di approvazione che potrebbe variare da due a dieci mesi.

Non è la prima volta che l’approvazione di opzioni richiede il consenso di più enti regolatori, come dimostrato dal precedente delle opzioni sull’ETF SPDR Gold Shares, che impiegarono oltre tre anni per ottenere l’approvazione della CFTC.

La speranza delle borse che hanno fatto domanda per quotare le opzioni sugli ETF Bitcoin Spot è che i tempi possano essere più celeri, per questo nelle prossime settimane potrebbero avviare degli incontri con le autorità. 

Secondo il professore Yesha Yadav della Vanderbilt University, questo tipo di opzione potrebbe attrarre investimenti da 100 miliardi di dollari sugli ETF. Al momento però bisognerà attendere perché manca una tempistica precisa. 

Le opzioni una naturale evoluzione degli ETF

Per CBOE, le opzioni sono lo sviluppo naturale degli ETF Bitcoin, questo aveva dichiarato Catherine Clay:

“Crediamo che l’utilità delle opzioni, ciò che forniscono all’investitore finale in termini di copertura dai ribassi, esposizioni definite in base al rischio in Bitcoin, aiuterebbe davvero l’investitore finale e l’ecosistema”, ha detto alla CNBC il responsabile globale dei derivati ​​dell’azienda”.

Ecco perché CBOE aveva presentato domanda per le opzioni sugli ETF Bitcoin Spot già il 5 gennaio, qualche giorno prima della futura approvazione da parte della SEC. 

Secondo CBOE in realtà l’approvazione egli ETF Bitcoin Spot darà il via alla nascita di numerosi altri prodotti derivati che potrebbero ampliare il pubblico di investitori in Bitcoin.

L’effettivo interesse dimostrato dagli ETF su Bitcoin Spot, certificato dai volumi di trading, è la prova che sì, c’è un vasto pubblico interessato a questi prodotti più legati alla finanza tradizionale che a Bitcoin. Con buona pace dei puristi. 

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!