OKX si appresta a eliminare gradualmente le mining pool e i servizi correlati

Le registrazioni di nuovi utenti per i prodotti verranno interrotte a partire da oggi, mentre tutti i servizi legati al mining pool termineranno per gli utenti esistenti il 26 febbraio.
Mining Pool OKX
Indice

OKX, una dei più grandi exchange di criptovalute per volume di scambi, ha annunciato che i suoi servizi di mining pool saranno gradualmente eliminati a partire da oggi.

L’azienda interromperà le registrazioni di nuovi utenti il 26 gennaio, mentre gli utenti esistenti potranno continuare a utilizzare le pool fino al 25 febbraio. Tutti i servizi legati al pool di mining di OKX verranno interrotti il 26 febbraio.

OKX, che ha cambiato nome da OKEx nel gennaio 2022, ha dichiarato di aver preso questa decisione a causa di “aggiustamenti aziendali”, ma non ha fornito ulteriori dettagli.

In precedenza le pool di OKX supportavano il mining di diverse criptovalute proof-of-work e offrivano servizi di staking. Tuttavia, molti degli asset supportati erano già stati chiusi negli ultimi anni e ora sul suo sito web vengono mostrati solo i servizi del pool di Bitcoin, Litecoin ed Ethereum Classic, con un totale di soli 19 miners attivi.

A un certo punto, il pool di mining Bitcoin di OKX era cresciuto fino a raggiungere circa il 5% dei blocchi minati sulla rete.

Tuttavia, a seguito di una sospensione temporanea dei prelievi sull’exchange il 16 ottobre 2020 – poiché uno dei titolari delle chiavi private stava “collaborando con un ufficio di pubblica sicurezza nelle indagini” – l’hashpower collegato alla pool è sceso drasticamente da 9.000 PH/s a 20 PH/s e da allora ha faticato a riprendersi. Gli attuali 528 TH/s del pool rappresentano meno dello 0,0001% dell’hashrate totale di Bitcoin.

The Block ha contattato OKX per un commento.

Fonte: The Block

HOT TOPIC

Articoli correlati

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!