Mt. Gox avvia in rimborsi in Bitcoin e Bitcoin Cash

Il fallito exchange di criptovalute aveva annunciato il mese scorso che avrebbe avviato i rimborsi a luglio.
Indice

Venerdì Mt. Gox ha dichiarato di aver cominciato a rimborsare i propri clienti, ponendo fine a un’attesa durata quasi 10 anni prima che potessero riavere indietro le proprie criptovalute.

Un tempo, Mt. Gox era il principale exchange di criptovalute al mondo, e nei suoi primi anni gestiva oltre il 70% di tutte le transazioni in Bitcoin (BTC).

L’exchange fallì dopo un attacco informatico avvenuto all’inizio del 2014, che causò la perdita di circa 740.000 Bitcoin.

Dopo che Mt. Gox il mese scorso ha annunciato la sua intenzione di avviare i rimborsi nel mese di luglio, ciò ha causato un aumento della pressione di vendita su Bitcoin e sull’intero mercato delle criptovalute.

Mt. Gox ha trasferito 47.228 BTC segnalando l’inizio del processo di rimborso, che ha causato un po’ di paura nel mercato a causa della grande potenziale svendita… Tuttavia, vale la pena notare che nonostante queste preoccupazioni, l’impatto a lungo termine potrebbe essere meno grave poiché il mercato assorbe gradualmente la pressione di vendita“, ha affermato Willy Chuang, COO dell’exchange crypto WOO X.

Nella mattinata Bitcoin è crollato a 54.000 dollari, il livello più basso negli ultimi cinque mesi. Il ribasso di BTC ha portato alla liquidazione di oltre 580 milioni di dollari di scommesse rialziste.

Fonte: Coindesk

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!