Le memecoin aggiungono una “utility” in stile ICO del 2017

Per non sembrare titoli non registrati, molte memecoin stanno aggiungendo funzioni di utility ai loro progetto.
utility memecoin
Indice

Le query su Google per le memecoin sono quintuplicate negli ultimi 30 giorni, con alcuni token leader che hanno guadagnato milioni di punti percentuali. Ai livelli attuali, alcuni chiedono che la bolla scoppi.

Questo mese – in modo alquanto incredibile – decine di nuove memecoin hanno raccolto cifre a nove zeri semplicemente perché i loro fondatori hanno twittato un indirizzo di wallet Solana. Nessun whitepaper, sito web, condizioni o accordi.

Ora, con la bolla memecoin che sta raggiungendo il livello febbrile, centinaia di monete più piccole stanno già cercando di attirare l’attenzione dalle valutazioni mozzafiato dei token principali aggiungendo “utility”.

È la storia delle ICO che si ripete.

Sette anni di rewind

Per contestualizzare, durante la mania delle offerte iniziali di monete (ICO) del 2017, i fondatori hanno cercato di evitare le normative statunitensi sui titoli concentrandosi sull’utilità (piuttosto che sul potenziale di profitto) dei loro token. Poiché la legge statunitense vieta alla maggior parte dei fondatori di raccogliere fondi con la promessa di profitto senza registrazione o esenzione da parte della SEC, le ICO hanno sottolineato come i loro token fossero semplicemente utili per attività senza scopo di lucro come il calcolo, la biglietteria, il gioco, l’autenticazione o altro.

Queste cosiddette utilità erano per lo più dei pretesti, che servivano da alibi ai fondatori per affermare di non aver mai raccolto denaro con la promessa di profitti. Le utility sono diventate un modo ironico per parlare di token acquistati senza l’intenzione di utilizzare alcuna utilità se non quella di vendita, a un prezzo auspicabilmente più alto di quello di acquisto.

La SEC ha spiegato la sua posizione

È diventato noto a tutti che “utility token” era un eufemismo per indicare un titolo non registrato. Alla fine, tre funzionari della SEC hanno dichiarato l’ovvio.

  • “Ogni singola ICO che ho visto era illegale a più livelli”, ha dichiarato il fondatore dell’Ufficio della SEC per l’applicazione di Internet.
  • “Credo che ogni ICO che ho visto sia un titolo”, ha dichiarato il presidente della SEC Jay Clayton.
  • “Mi trovo d’accordo con il presidente Clayton”, ha dichiarato il presidente della SEC Gary Gensler in riferimento alle conclusioni di Clayton.

Nel corso degli anni, la SEC ha definito oltre 100 offerte di token come titoli non registrati e ha spiegato le sue designazioni in depositi giudiziari pubblici.

Ciononostante, i creatori di piccole memecoin hanno fatto rivivere l’eufemismo “utilità” del 2017. In un mercato toro e impetuoso, in cui la maggior parte dell’attenzione è rivolta ai leader delle memecoin come DOGE e PEPE, i progetti più recenti stanno aggiungendo il termine “utilità” ai loro token basati su mascotte. Alcuni hanno anche pubblicato roadmap simili a whitepaper che descrivono le utilità future.

L'”utilità” di una memecoin per alimentare la ricchezza

Prendiamo ad esempio Fill The Wick (FTW). Bastano due frasi nel sito web del token basato su Solana per iniziare la tiritera sull’utilità dell’ICO del 2017. “Detieni, ricevi e cresci con una comunità focalizzata sul nutrimento e la distribuzione della ricchezza digitale”.

L'”utility” di coltivare la ricchezza – non c’è niente di più eufemistico.

L’amministratore del sito web della memecoin inserisce un sacco di altre “utility” incentrate sul denaro per buona misura. “Ricorda, per guadagnare devi semplicemente tenere. Nessuna vendita, solo premi consistenti. Detenere FTW ti qualifica per un flusso costante di gocce d’aria dai token Solana emergenti. Più FTW detenete, maggiore sarà la vostra quota del bottino di airdrop“.

Grazie all’allocazione massiccia dell’offerta, i leader di FTW pagheranno gli sviluppatori che lo integreranno nelle loro applicazioni come parte della loro esplicita intenzione di passare da un meme token meme a un utility token.

Un altro esempio, Bonk Inu, ha un whitepaper che potrebbe essere facilmente scambiato con uno del 2017. In esso, i suoi autori enfatizzano l’utilità e declinano decine di volte la responsabilità della speculazione sui prezzi.

Afferma che il suo obiettivo è quello di essere il meme token di punta per il gioco crypto e la DeFi. L’utilità viene dichiarata attraverso 119 integrazioni di app e 33 quotazioni sugli exchange. Quasi tutti questi usi sono, ovviamente, principalmente per la speculazione sui prezzi.

Ci sono innumerevoli altri esempi.

  • Milady Meme Coin ha una roadmap per l’utilità futura, che comprende alcuni elementi della comunità, ma soprattutto le quotazioni sugli exchange. Le piattaforme non si curano di una newsletter digitale o di un “gated Discord” e prendono decisioni di quotazione, in linea di massima, sulla base del prezzo e della liquidità.
  • HarryPotterObamaSonic10Inu ha un’utilità “Roadmap to $10mld”. Non c’è niente di più esplicito.
  • Volt Inu offre i classici elementi di utilità dell’era 2017: una carta di debito in criptovaluta e un’integrazione con i videogiochi.

Finora, queste memecoin non hanno ancora dimostrato di essere veramente utili. La maggior parte sembra interessata a cavalcare la scia di DOGE e PEPE. Tutte stanno sicuramente cercando di evitare un’indagine della SEC.

Fonte: Protos

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!