Mastercard lancia “Crypto Credential” per sostituire gli indirizzi dei wallet con i nomi utente

Mastercard Crypto Credential
Indice

Il nuovo servizio “Crypto Credential” di Mastercard è ora attivo, rendendo i trasferimenti di criptovalute peer-to-peer molto più intuitivi per gli utenti medi.

Il nuovo servizio del gigante dei pagamenti consente agli utenti di alcuni exchange di criptovalute di inviare e ricevere beni digitali utilizzando un Alias Crypto Credential di Mastercard anziché gli indirizzi della blockchain, che sono lunghe e confuse stringhe di numeri e lettere casuali.

Il servizio Crypto Credential di Mastercard

“Questa soluzione non solo sostituisce i complessi indirizzi dei wallet con alias di facile utilizzo, ma rende anche l’invio di transazioni blockchain sicuro, trasparente e accessibile”, ha scritto Mastercard su Twitter mercoledì.

Il servizio verifica innanzitutto gli utenti attraverso gli standard di Mastercard, dopodiché questi ricevono un alias dalla società. Poi, la volta successiva che gli utenti inviano criptovalute, il programma verifica che il loro alias sia valido e che l’indirizzo di rete del destinatario supporti il token associato e la blockchain della transazione.

Le transazioni semplicemente non procederanno se l’indirizzo del destinatario non supporta l’asset o la rete del mittente, evitando che i fondi vadano persi a causa di errori dell’utente. Gli alias possono anche proteggere dalle truffe di avvelenamento degli indirizzi, in cui gli aggressori ingannano gli utenti dei wallet per inviare monete a un indirizzo che sembra molto simile a uno dei loro.

Il servizio è attualmente disponibile presso gli exchange Bit2Me, Lirium e Mercado Bitcoin. Presto sarà disponibile in paesi come Brasile, Cile, Francia, Guatemala, Messico, Panama, Paraguay, Perù, Portogallo, Spagna, Svizzera e Uruguay.

In un commento a Decrypt, un portavoce dell’azienda ha dichiarato che altri Paesi europei saranno aggiunti in futuro.

L’ampia incursione di Mastercard nelle criptovalute

La transazione P2P è il primo di molti possibili casi d’uso che Mastercard Crypto Credential intende supportare”, ha dichiarato l’azienda. “Altri potrebbero estendersi a NFT, biglietteria e altre soluzioni di pagamento, a seconda dei requisiti di mercato e di conformità”.

Il servizio Crypto Credential include anche il supporto per i wallet di Foxbit e Lulubit, il secondo dei quali beneficia dell’integrazione con l’exchange Lirium.

“Con Mastercard Crypto Credential, possiamo garantire la tracciabilità di tutte le transazioni blockchain con un livello di conformità più elevato, offrendo al contempo un’esperienza utente eccezionale”, ha dichiarato Martin Kopacz, chief operating officer di Lirium.

All’inizio di questo mese, Mastercard si è unita a un consorzio di grandi banche per testare la tecnologia distributed ledger per regolare i trasferimenti di asset digitali tra le aziende. Gli asset presenti nella rete di prova includono denaro di banche commerciali, titoli di stato statunitensi, denaro di banche centrali e debito di livello investment grade, che normalmente vengono scambiati con sistemi separati.

Fonte: Cryptonews

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!