Dramma per MarginFi: massicci prelievi dalla piattaforma DeFi dopo le dimissioni del CEO

La piattaforma di lending crypto nella bufera, viene abbandonata dagli utenti.
Indice

La piattaforma di lending DeFi basata su Solana, MarginFi, sta affrontando una crisi importante dopo che il fondatore e CEO, Edgar Pavlovsky, ha rassegnato le dimissioni seguite da massicci prelievi degli utenti.

Cosa sta succedendo in MarginFi

MarginFi ha recentemente subito turbolenze interne ed esterne culminate con la drammatica uscita di Pavlovsky, che ha lasciato il suo incarico a seguito di una serie di post controversi e scambi infuocati con gli utenti su X. 

La sua uscita ha gettato ombre sull’integrità operativa di MarginFi, suscitando la preoccupazione della comunità Solana e spingendo gli utenti a ritirare i loro fondi in massa.

La tensione tra MarginFi e altre piattaforme come Solend e SolBlaze ha ulteriormente complicato la situazione. Queste piattaforme hanno accusato MarginFi di non rispettare gli impegni presi con gli utenti, in particolare riguardo alla mancata restituzione di token BLZE, essenziali per il pagamento degli interessi sui prestiti. Le accuse sono state respinte da MacBrennan Peet, co-fondatore di MarginFi, che ha attribuito i ritardi alla congestione della rete Solana e alla priorità data alla sicurezza degli utenti.

Massicci prelievi da MarginFi

Negli ultimi due giorni, la piattaforma ha registrato un deflusso di fondi pari ad oltre 250 milioni di dollari, un calo drastico rispetto al valore totale bloccato (TVL) che era precedentemente di 910 milioni di dollari. 

Al momento della stesura di questa news, secondo i dati di Defillama, MarginFi ha un TVL di circa 530 milioni di dollari, in calo del 20% su base giornaliera e del 37% su base mensile. 

Questo episodio sottolinea la sfiducia degli utenti nelle piattaforme DeFi, particolarmente sensibili alle crisi di gestione e alle controversie pubbliche.

Lo stesso ex CEO Pavlovsky ha provato comunque a rassicurare sostenendo che la sua uscita probabilmente è quanto di meglio potesse accadere al progetto e che lui stesso manterrà i soldi su MarginFi. 

Mentre MarginFi lotta per mantenere la sua operatività e rassicurare gli utenti, piattaforme rivali come Solend stanno approfittando della situazione, attirando nuovi utenti con airdrop promessi a coloro che trasferiscono i loro fondi da MarginFi.

Tuttavia sul futuro e sulla credibilità di MarginFi pesa anche un token di governance promesso e mai lanciato. 

Il prezzo di Solana

Solana non sembra risentire affatto delle controversie che affliggono uno dei suoi progetti di punta. SOL è scambiato a 175,50 dollari e risulta in aumento dello 0,55% su base giornaliera. Il tutto mentre continua la frenesia delle memecoin che vede nuovi token nascere dal nulla, mentre dogwifhat e e Bonk scalano posizioni nella classifica delle criptovalute a maggiore capitalizzazione. 

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!