JPMorgan sventola bandiera rossa e invita alla cautela quando il mercato delle criptovalute è in bilico

L'istituto bancario rileva alcuni segnali da monitorare con attenzione.
JPMorgan criptovalute
Indice

Secondo le recenti valutazioni degli analisti di JPMorgan, il futuro delle criptovalute appare incerto. Nonostante la rapida espansione del settore e la crescente accettazione da parte del mainstream, il colosso finanziario consiglia un approccio cauto nel breve termine.

Questa posizione prudente deriva dal “calo dell’interesse dei retail” e dalla “scarsità di catalizzatori di mercato positivi”.

Analisi dei cambiamenti: dall’entusiasmo alla cautela

L’esame di JPMorgan rivela un netto cambiamento nelle dinamiche di mercato. Nelle ultime settimane sono state osservate significative attività di vendita e di presa di profitto, in particolare da parte degli investitori al dettaglio che sembrano ritirarsi dai mercati crypto e azionari.

Secondo gli analisti di JPMorgan, questa tendenza è corroborata da una notevole diminuzione degli afflussi netti verso i fondi azionari, che sono diventati negativi per la prima volta dall’inizio del trimestre rialzista.

L’analisi sottolinea inoltre che, mentre i fondi negoziati in borsa (ETF) di Bitcoin hanno registrato deflussi, anche l’entusiasmo dei consumatori per le azioni è diminuito.

La cautela consigliata da JPMorgan si basa su diverse osservazioni critiche:

  • Esaurimento del mercato: I mercati delle criptovalute sono in difficoltà a causa dell’elevato posizionamento, della valutazione elevata di Bitcoin rispetto all’oro e dei suoi costi di produzione.
  • Deterioramento del retail: L’interesse degli investitori al dettaglio sta chiaramente scemando, come dimostra la riduzione degli afflussi negli asset correlati.
  • Esitazione istituzionale: Gli operatori istituzionali, compresi i consulenti di trading sulle materie prime e i fondi quantitativi, stanno prendendo profitto sulle loro posizioni rialziste precedenti, anche se in misura inferiore a quanto previsto.

Gli analisti hanno osservato che:

“Con la mancanza di catalizzatori positivi, con l’impulso al dettaglio che si sta dissipando e con i tre venti contrari menzionati in precedenza nella nostra pubblicazione (posizionamento elevato, prezzi elevati di Bitcoin rispetto all’oro e ai costi di produzione stimati di Bitcoin, finanziamenti VC di criptovalute ridotti) ancora in atto, manteniamo una posizione cauta sui mercati delle criptovalute nel breve termine.”

Le previsioni degli analisti di criptovalute divergono

Mentre JPMorgan adotta un approccio conservativo alle criptovalute, altri analisti forniscono previsioni più dettagliate, in particolare per Bitcoin.

Michael van de Poppe, una figura molto stimata nell’analisi delle criptovalute, ha suggerito che Bitcoin potrebbe essere vicino alla conclusione della sua fase correttiva, indicando possibili movimenti al rialzo dopo la definizione di un prezzo minimo.

Al contrario, Peter Schiff, noto scettico su Bitcoin e sostenitore dell’oro, è entrato nella conversazione sulla valutazione del Bitcoin, prevedendo un potenziale calo nel breve termine e fissando il suo obiettivo a 54.000 dollari.

Nel frattempo, nonostante un calo del 7,8% nell’ultima settimana, Bitcoin ha mostrato segni di resistenza. Recentemente la criptovaluta ha registrato una modesta ripresa, aumentando dell’1,8% in un solo giorno, portando il suo prezzo a 58.458 dollari.

Fonte: Bitcoinist

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!