L’Italia pronta a introdurre regole più stringenti sulle criptovalute

L'Italia è pronta ad adottare regole più stringenti per il mercato delle crypto, per garantire un ambiente di trading affidabile.
Indice

L’Italia si sta preparando a potenziare la vigilanza sui mercati delle criptovalute, allineandosi con quanto previsto dal quadro della regolamentazione sui MiCA dell’UE.

Le nuove normative hanno come obiettivo quello di combattere e punire l’insider trading e gli schemi manipolatori del mercato, introducendo delle norme e delle sanzioni più severe per le violazioni.

Maggiore supervisione e pene più severe

Secondo le nuove normative, l’Italia intensificherà la supervisione sui mercati degli asset digitali per garantire una maggiore trasparenza e sicurezza.

Il decreto prevede sanzioni comprese tra 5.000 e 5 milioni di euro a seconda della gravità e dell’entità delle violazioni normative, come insider trading, divulgazione illegale di informazioni privilegiate e manipolazione del mercato.

L’implementazione del quadro MiCA

Approvato per la prima volta nel 2022, il quadro normativo MiCA dell’Unione Europea sta mettendo le società blockchain di fronte a scelte difficili.

Le nuove regole, infatti, chiedono ai protocolli DeFi di decidere se decentralizzare in modo completo le proprie reti oppure di conformarsi alle normative sull’antiriclaggio e alla verifica dell’identità (KYC).

Le reti completamente decentralizzate sono esentate dai requisiti di segnalazione del MiCA, ma corrono il rischio di non soddisfare in modo completo la definizione di una rete decentralizzata in quanto fondazioni e altri intermediari ne fanno uso.

Nuove regole per la sicurezza delle attività crypto

L’Autorità Bancaria Europea (EBA) ha rilasciato di recente un pacchetto di norme tecniche e di linee guida in conformità con quanto previsto dal regolamento MiCA.

Le norme presenti nel pacchetto EBA forniscono una guida chiara sia per i token garantiti da attività (ART) sia per i token di moneta elettronica (EMT), andando a coprire i vari aspetti chiave come i programmi stress test, le riserve di attività e i piani di risanamento.

Gli ART sono dei token supportati da asset come le materie prime, gli immobili o una serie diversificata di asset; gli EMT, invece, sono ancorati a valute fiat, vengono usati per i pagamenti e mantengono un valore stabile, molto simili alle stablecoin.

Le linee guida dell’EBA sottolineano l’importanza di avere risorse finanziarie sufficienti per coprire i potenziali rischi e stabiliscono parametri per identificare emittenti con un grado di rischio elevato, richiedendo un incremento delle riserve di fondi propri.

Il ruolo delle autorità italiane

Secondo quanto emerso dal decreto in via di approvazione le autorità designate per il controllo del mercato delle criptovalute sono la Banca d’Italia e la Consob.

Tale passaggio è fondamentale al fine di garantire la stabilità finanziaria e per prevenire le attività di natura fraudolenta e illecita che potrebbero compromettere la fiducia nel sistema finanziario.

L’introduzione di queste nuove normative ha un ruolo chiave per permettere delle garanzie sul mercato delle criptovalute, mentre le sanzioni e le leggi più stringenti sono destinate a scoraggiare le attività illecite, favorendo un ambiente di trading più affidabile.

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!