Google consentirà la pubblicità degli ETF di Bitcoin

Da oggi lunedì 29 gennaio Google aggiornerà le sue politiche pubblicitarie per consentire la promozione di prodotti tra cui gli ETF Bitcoin.
pubblicità ETF Bitcoin
Indice

Da oggi lunedì 29 gennaio Google aggiornerà le sue politiche pubblicitarie per consentire la promozione di specifici prodotti legati alle criptovalute, tra cui gli ETF su Bitcoin.

L’aggiornamento di Google per la pubblicità sugli ETF su Bitcoin

L’aggiornamento della politica pubblicitaria di Google in realtà è stato annunciato nel dicembre 2023 e questo prevedeva che, dal 29 gennaio 2024, 

“Gli inserzionisti che offrono Cryptocurrency Coin Trust destinati agli Stati Uniti possono pubblicizzare tali prodotti e servizi quando soddisfano i seguenti requisiti e sono certificati da Google”.

Tra i seguenti requisiti viene annoverata la definizione di “Cryptocurrency Coin Trust” e come esempio vengono citati: “prodotti finanziari che consentono agli investitori di negoziare azioni di trust che detengono grandi pool di valuta digitale”.

In questa definizione è facile trovare fin troppe similitudini con gli ETF Bitcoin Spot, approvati lo scorso 10 gennaio dalla SEC. 

L’annuncio di Google ha scatenato la community crypto, perché Google, che gestisce oltre 100.000 ricerche al secondo, potrebbe avere il potere di influenzare significativamente il mercato. Secondo i recenti dati di DemandSage, Google elabora 8,55 miliardi di ricerche al giorno, dimostrando la sua vasta portata e potenziale impatto.

Questo implica che Google ha le potenzialità di raggiungere un vastissimo pubblico, anche se per ora l’aggiornamento riguarderà solo gli Stati Uniti. 

Le pubblicità degli ETF su Bitcoin su Google

Non è difficile immaginare che gli attuali gestori degli 11 ETF Bitcoin Spot approvati dalla SEC possano decidere di utilizzare questo canale di comunicazione. 

Già prima dell’approvazione, lo scorso dicembre, Bitwise e Hashdex avevano pubblicato i loro spot a sostegno degli ETF Bitcoin. 

Qualche giorno dopo l’approvazione degli ETF è stata BlackRock a realizzare una campagna pubblicitaria in cui spiegava il funzionamento del suo nuovo prodotto finanziario fresco di approvazione da parte della SEC. 

Che poi questi spot e gli eventuali annunci su Google sortiscano un effetto sui volumi di trading degli ETF spot è tutto da dimostrare. 

Intanto, nell’ultimo giorno di contrattazioni, complice il rallentamento dei deflussi da Grayscale, gli afflussi degli ETF Bitcoin Spot hanno visto un incremento di 14 milioni di dollari.

HOT TOPIC

Articoli correlati

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!