FTX ha venduto circa 1 miliardo di dollari dell’ETF Bitcoin di Grayscale, spiegando gran parte dei deflussi

Il prezzo di BTC è sceso da quando sono stati approvati gli ETF su Bitcoin. In teoria, ora che FTX ha finito di vendere le sue consistenti partecipazioni, la pressione di vendita potrebbe diminuire, dato che la liquidazione delle partecipazioni da parte di una società in fallimento è un evento relativamente unico.
ETF Bitcoin Grayscale
Indice

Gli investitori hanno venduto più di 2 miliardi di dollari del Grayscale Bitcoin Trust (GBTC) da quando è stato convertito in un fondo negoziato in borsa all’inizio del mese.

Secondo i dati privati esaminati da CoinDesk e da due persone che hanno familiarità con la questione, gran parte di questo esodo è dovuto al fallimento di FTX, che ha scaricato 22 milioni di azioni.

Una serie di ETF su Bitcoin ha iniziato a essere negoziata l’11 gennaio dopo che la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti li ha finalmente approvati dopo anni di ritardi. Ma il fondo Grayscale esisteva già da un decennio – strutturato come un fondo chiuso meno attraente – e aveva accumulato quasi 30 miliardi di dollari di attività quando la SEC ha approvato la sua conversione in ETF, insieme alla benedizione di 10 ETF bitcoin appena creati.

Mentre i nuovi fondi, emessi da società come BlackRock e Fidelity, hanno registrato afflussi, miliardi di dollari di bitcoin sono stati ritirati da GBTC.

I dati che CoinDesk ha visto suggeriscono che FTX ha rappresentato gran parte di questa cifra. I 22 milioni di azioni vendute, che hanno azzerato la proprietà di GBTC di FTX, avevano un valore di quasi 1 miliardo di dollari.

Il prezzo di Bitcoin (BTC) è crollato da quando gli ETF sono stati approvati – una netta contrapposizione rispetto alle grandi speranze che si nutrivano prima che la SEC annunciasse la sua decisione. Gli ETF su Bitcoin sono stati presentati come un modo molto più semplice per le persone normali di investire in Bitcoin, scatenando previsioni estremamente ottimistiche per il prezzo di BTC.

Invece, Bitcoin è crollato. In teoria, ora che FTX ha finito di vendere le sue consistenti partecipazioni, la pressione di vendita potrebbe diminuire, poiché la liquidazione delle partecipazioni da parte di una società in fallimento è un evento relativamente unico.

Come molte grandi entità di trading di criptovalute, FTX ha capitalizzato la disparità tra il prezzo delle azioni del fondo Grayscale e il valore patrimoniale netto dei Bitcoin sottostanti al fondo. FTX deteneva 22,3 milioni di GBTC, per un valore di 597 milioni di dollari al 25 ottobre 2023, secondo un documento del 3 novembre 2023.

Il valore della partecipazione di FTX in GBTC è salito a circa 900 milioni di dollari, in base al primo giorno di negoziazione dell’ETF Bitcoin di Grayscale sul NYSE Arca l’11 gennaio, quando ha chiuso la sessione di trading a 40,69 dollari.

FTX deteneva azioni di cinque trust Grayscale (oltre a quasi 3 milioni di azioni di un trust legale gestito dal fornitore di ETF Bitwise) in un conto di intermediazione presso ED&F Man Capital Markets, che ora è conosciuto come Marex Capital Markets Inc.

Marex ha rifiutato di commentare. Anche Galaxy Digital, una società specializzata in trading di criptovalute che ha assistito la vendita delle attività detenute dalla curatela fallimentare di FTX, ha rifiutato di commentare.

Lunedì scorso, Alameda Research – una società di trading legata a FTX – ha archiviato volontariamente una causa in cui si sosteneva che Grayscale avesse applicato commissioni eccessive.

Fonte: Coindesk

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!