Ethereum supera i 3000 dollari: come è riuscito a riconquistare i suoi massimi

Ethereum riconquista i suoi massimi dopo un periodo di ribassi. Oltre al prezzo anche il volume di scambio ha avuto un notevole aumento.
Indice

Ethereum ha mantenuto un intervallo di negoziazione stabile nella zona dei 3.500 dollari fino a quando non ha riscontrato ribassi significativi che ne hanno ridotto sostanzialmente il suo prezzo.

Nonostante questa flessione, il flusso di Ethereum tra gli exchange è stato eterogeneo, riflettendo i diversi sentiment dei trader. 

Ethereum si riprende dai ribassi

L’analisi di AMBCrypto effettuata su un time frame giornaliero ha rivelato un inizio mese volatile. Il 1° luglio, ETH veniva scambiato a circa 3.430 dollari.

Il giorno seguente ha subito un leggero calo, mantenendosi però nella fascia dei 3.400 dollari.

Tuttavia, nei giorni successivi si sono verificati cali più marcati e, il 5 luglio, il prezzo di Ethereum è sceso a circa 2.980 dollari.

La crypto ha sperimentato, in seguito, altre fluttuazioni, oscillando tra guadagni e perdite. L’8 luglio c’è stata una notevole ripresa con un aumento di quasi il 3%, portando il suo prezzo a circa 3.018 dollari.

Al momento in cui scriviamo, ETH viene scambiato con un rialzo di oltre il 2% a circa 3.083 dollari.

Inoltre, anche l’RSI ha mostrato un leggero aumento parallelamente al prezzo.

Nonostante questo miglioramento, l’RSI, al momento della scrittura di questo articolo, si attesta al di sotto della soglia neutrale di 50, precisamente intorno a 40, il che indica che, sebbene il sentiment del mercato si stia riprendendo, rimane ancora in zona ribassista.

Il sentiment dei trader rimane stabile

L’analisi del flusso netto di scambio di Ethereum da parte di CryptoQuant  ha rivelato un andamento altalenante tra afflussi e deflussi, indicativo di un sentiment contrastante tra i trader. 

Negli ultimi due giorni, il flusso netto è stato positivo, il che significa che sono stati depositati più Ethereum negli exchange di quanto non ne siano stati prelevati. Ciò suggerisce che i trader si stanno probabilmente preparando a vendere o fare trading, prevedendo di realizzare profitti o di mitigare le perdite.

Al contrario, nei giorni precedenti, il flusso netto era negativo, il che indica che i prelievi di Ethereum dagli exchange erano più frequenti dei depositi.

Questa tendenza è solitamente associata ai trader che spostano i loro investimenti su wallet privati ​​per conservarli a lungo termine o per ridurre l’esposizione ai rischi legati al cambio.

Il fatto che non si sia verificata una significativa inclinazione verso afflussi o deflussi consistenti suggerisce che il sentiment dei trader è rimasto relativamente invariato e che le normali dinamiche di mercato continuano. 

Il volume di scambio conferma il predominio degli acquirenti

L’analisi del volume di scambi di Ethereum nelle ultime 48 ore indica un aumento notevole, suggerendo una ripresa dell’attività di mercato.

Secondo i dati di Santiment, il 7 luglio si è verificato un breve calo nel volume degli scambi, che si sono attestati intorno ai 10 miliardi di dollari

Tuttavia, questo declino è durato poco e il volume di trading è salito a oltre 21 miliardi di dollari. Al momento in cui scriviamo, il volume è rimasto alto, a oltre 19 miliardi di dollari.

Questo aumento del volume degli scambi, in particolare con l’attuale andamento dei prezzi, implica che l’attività di acquisto è stata più dominante rispetto a quella di vendita.

Fonte: AMBCrypto

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!