Ethereum è una security? Il presidente della SEC Gary Gensler rinvia la questione

Alla domanda se l'autorità di regolamentazione consideri Ethereum un titolo, il presidente della SEC Gary Gensler ha risposto che "rimanda la questione".
Ethereum security
Indice

Il presidente della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti, Gary Gensler, ha rifiutato di rispondere alla domanda se l’autorità di regolamentazione consideri Ethereum un titolo, anche se la SEC sta valutando diverse richieste di ETF su Ethereum.

Parlando a Bloomberg TV, Gensler ha detto che avrebbe “rinviato la domanda”, quando gli è stato chiesto se l’autorità di regolamentazione considera Ethereum una security.

Per quanto riguarda i token crypto, si tratta di valutare i fatti e le circostanze per stabilire se il pubblico degli investitori prevede un profitto basato sugli sforzi di altri“, ha dichiarato. “Abbiamo dei documenti davanti a noi. Non ho intenzione di commentare“.

La posizione della SEC su Ethereum è diventata pressante, in quanto si occupa di molteplici richieste per un ETF statunitense su Ethereum. Proprio questa settimana, l’autorità di regolamentazione ha nuovamente rinviato la sua decisione sull’approvazione dell’iShares Ethereum Trust del gigante degli investimenti BlackRock, dopo aver rinviato le richieste di ETF su Ethereum spot da parte di Fidelity, Invesco e Galaxy Digital.

L’analista di ETF di Bloomberg James Seyffart ha previsto che la SEC continuerà a ritardare la decisione sulle richieste di ETF su Ethereum fino al 23 maggio, termine ultimo per le richieste di VanEck e Ark Invest, la società di investimento di Cathie Wood.

Se così fosse, seguirebbe lo schema dell’autorità di regolamentazione di rallentare l’approvazione degli ETF su Bitcoin.

A gennaio, l’autorità di regolamentazione ha approvato diversi ETF di Bitcoin spot, ma lo ha fatto solo con riluttanza: Gensler ha dichiarato che “le circostanze, tuttavia, sono cambiate” dopo che un tribunale ha ordinato alla SEC di rivedere la richiesta di Grayscale di convertire il suo prodotto GBTC in un ETF.

All’epoca, Gensler sottolineò che l’approvazione degli ETF Bitcoin spot “non dovrebbe in alcun modo segnalare la volontà della Commissione di approvare standard di quotazione per i titoli di cripto-attività”. Ha inoltre aggiunto che “gli investitori dovrebbero rimanere cauti riguardo alla miriade di rischi associati a Bitcoin e ai prodotti il cui valore è legato alle criptovalute”.

Ha ribadito questa opinione nell’intervista di mercoledì, definendo la criptovaluta una “asset class altamente speculativa”.

Ci sono flussi di cassa o qual è il caso d’uso per migliaia di questi token?“. ha chiesto Gensler. E ha aggiunto: “Potrebbero anche essere dei titoli, perché il pubblico degli investitori si affida agli sforzi di un gruppo di imprenditori nel mezzo di questi prodotti“.

Gensler, la SEC e Ethereum

Sotto la guida di Gensler, la SEC ha a lungo sostenuto che Bitcoin è una merce piuttosto che un titolo, mentre si è rifiutata di commentare lo status di Ethereum.

Il rifiuto di Gensler di impegnarsi nella posizione della SEC sullo status di Ethereum come security o commodity è in netto contrasto con le sue dichiarazioni prima di entrare a far parte dell’autorità di regolamentazione.

Nel 2018, mentre era ancora docente al MIT, Gensler ha affermato che Ethereum “non è un titolo” agli occhi della SEC. Ha aggiunto che “nel 2018, la Securities and Exchange Commission ha detto che, indipendentemente da ciò che poteva essere” all’epoca della ICO del 2014, “ora è sufficientemente decentralizzato da non essere considerato un titolo“.

All’epoca, Gensler sembrava riferirsi a un’opinione espressa dall’ex direttore della finanza aziendale della SEC, William Hinman, nel suo tanto citato discorso sulla “sufficiente decentralizzazione” del giugno dello stesso anno.

Fonte: Decrypt.co

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!