Coinbase e Grayscale in trattativa con la SEC per la modifica di una regola degli ETF Spot su Ethereum

Grayscale mira a convertire il suo Ethereum Trust in un ETF, dopo il successo della conversione del suo Bitcoin Trust.
ETF spot su Ethereum
Indice

Coinbase e Grayscale hanno bussato alla porta della SEC, proponendo un cambio di rotta per il mercato di Ethereum. Stanno spingendo i confini di ciò che è possibile fare nel mondo della finanza con un fondo negoziato in borsa (ETF) di Ethereum spot.

Dopo le celebrazioni per l’ETF spot su Bitcoin, Grayscale e Coinbase hanno deciso che era il turno di Ethereum. Come ha fatto con Bitcoin, Grayscale ha spinto per trasformare il suo Ethereum Trust in un ETF. Si tratterebbe di un veicolo di investimento che rispecchia il prezzo di mercato di Ethereum, rendendolo facile da acquistare come le azioni, senza il problema della gestione dei portafogli digitali.

Perché questo è un grosso problema? Per cominciare, Ethereum è una potenza con un enorme seguito e un ecosistema che supporta tutto, dalla DeFi agli NFT. Coinbase, dal canto suo, ha presentato argomentazioni abbastanza solide da far riflettere gli scettici. Ha sostenuto che Ethereum, come Bitcoin, ha le carte in regola, rendendo difficile per i truffatori fare i loro giochetti. Ha evidenziato un’impressionante organizzazione con il Chicago Mercantile Exchange (CME) per tenere d’occhio le attività di trading, rispecchiando le misure di sicurezza messe in atto per gli ETF Bitcoin.

Approfondendo il discorso sulle criptovalute, c’è un’affascinante distinzione tra trading spot e futures che è cruciale in questo racconto. Il trading spot riguarda il qui e ora, l’acquisto e la vendita di asset sul posto. D’altro canto, il trading sui futures riguarda la promessa di acquistare o vendere attività in una data futura, bloccando i prezzi oggi. È come scommettere sul prezzo futuro di Ethereum senza dover tenere le monete reali fino a quella data futura.

La strategia di Grayscale prevede una svolta, proponendo non solo un ETF spot ma anche uno per la negoziazione di Ethereum a termine. Si tratta di una mossa astuta, che potrebbe forzare la mano alla SEC per approvare l’ETF spot, una tattica che potrebbe essere abbastanza intelligente da funzionare.

Anche una schiera dei maggiori gestori patrimoniali del mondo sta puntando al premio, ognuno dei quali spera di lanciare il proprio ETF spot su Ethereum. Con le scadenze che si profilano a maggio per le decisioni della SEC, la comunità delle criptovalute è con il fiato sospeso, in attesa di vedere se Ethereum avrà il suo momento di gloria.

Nonostante le montagne russe di Bitcoin, che ha toccato nuovi massimi per poi crollare, Ethereum ha guadagnato costantemente terreno. Gli analisti scommettono che Ethereum supererà Bitcoin. Ma non lasciamoci prendere la mano. Sebbene i colloqui tra Coinbase, Grayscale e la SEC rappresentino un passo avanti, il settore delle criptovalute non è nuovo a colpi di scena. La SEC, tuttavia, è stata particolarmente silenziosa sulla questione. Strano, perché al presidente Gary Gensler piace Ethereum. È Bitcoin che odia.

Fonte: Cryptopolitan

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!