Bitcoin torna sopra i 70.000 dollari mentre rallentano i deflussi dall’ETF di Grayscale

Nuovo balzo in alto per BTC a pochi giorni dal quarto attesissimo halving.
Bitcoin 70.000
Indice

Il prezzo di Bitcoin ha superato nuovamente la soglia dei 70.000 dollari, mostrando segnali di ripresa in un contesto di volatilità del mercato influenzato dai nuovi dati sull’inflazione degli Stati Uniti.

Bitcoin torna sopra i 70.000 dollari: le ragioni

Il recente rialzo di Bitcoin a oltre 70.000 dollari è attribuito a diversi fattori, tra questi la diminuzione dei deflussi dall’ETF Bitcoin di Grayscale (GBTC) e un calo dell’attività delle balene.

 Questo aumento arriva nonostante i dati sull’inflazione degli Stati Uniti per marzo abbiano mostrato un aumento del 3,5% su base annua, suscitando preoccupazioni che la Federal Reserve potrebbe ritardare ulteriori tagli ai tassi di interesse. Proprio questi dati, nella giornata di ieri, avevano provocato molta volatilità: la giornata era iniziata con un calo fin sotto i 68.000 dollari, per poi vedere un balzo che ha riportato BTC sopra la soglia psicologica dei 70.000 dollari. 

Al momento della stesura di questa news, BTC sfiora i 71.000 dollari secondo i dati di Coinmarketcap:

prezzo Bitcoin 11.04.24

Diminuiscono i deflussi dall’ETF Bitcoin di Grayscale

Il 10 aprile, i deflussi dall’ETF GBTC hanno segnato un nuovo minimo storico, con una riduzione di quasi il 90% rispetto al giorno precedente, registrando deflussi per 17,5 milioni di dollari. 

Questa diminuzione drastica coincide con un incremento del prezzo di Bitcoin nelle ultime 24 ore. La diminuzione dei deflussi indica una potenziale inversione di tendenza rispetto ai 16 miliardi di dollari di deflussi accumulati dal GBTC da gennaio.

Era stato proprio il CEO di Grayscale in una recente intervista a sostenere che i deflussi dall’ETF Bitcoin di quello che era il Grayscale Bitcoin Trust stessero raggiungendo un “punto di equilibrio“.

Inoltre, gli ETF di Bitcoin di altre società, come Fidelity e iShares, hanno registrato afflussi, come mostrano i dati di Farside:

Balene in attesa

Parallelamente alla riduzione dei deflussi dall’ETF di Grayscale, si è osservata una diminuzione dell’attività delle cosiddette “balene” di Bitcoin, con un calo del numero di transazioni di almeno 100.000 dollari in BTC negli ultimi quattro giorni. 

Questo declino nell’attività delle balene corrisponde a un aumento dell’indice di forza relativa (RSI) di Bitcoin, passando da 48 a 54 nell’ultimo giorno, suggerendo che Bitcoin si trova in una condizione leggermente surriscaldata ma stabile.

La diminuzione dell’attività delle balene e l’aumento dell’RSI potrebbero indicare un periodo di consolidamento prima di un potenziale ulteriore rialzo del prezzo di Bitcoin, quando ormai mancano pochissimi giorni al quarto storico halving. Secondo il countdown ufficiale, la data da cerchiare sul calendario è il 19 aprile 2024. Tra poco più di una settimana il dimezzamento delle ricompense dei miner ridurrà la produzione di BTC e l’offerta circolante. In un contesto di alta domanda provocata soprattutto dagli ETF su Bitcoin Spot, ci si attende uno “shock” che potrebbe portare il prezzo di BTC ad una vera e propria volata verso l’alto. 

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!