Bitcoin torna sopra i 40.000 dollari, occhi su Ethereum

Dopo giorni turbolenti, il prezzo di Bitcoin oggi è tornato sopra i 40.000 dollari, segno che forse si sta allentando la pressione di vendita. 
Bitcoin 40000 dollari
Indice

Bitcoin nella mattinata di oggi è tornato sopra i 40.000 dollari. Il prezzo nel corso della giornata ha continuato ad oscillare poco sopra e poco sotto questa soglia, mostrando comunque segni di ripresa, dopo che ieri era andato anche sotto i 39.000 dollari.

Si allenta la pressione di vendita su BTC? 

Il fatto che oggi la giornata di Bitcoin veda un guadagno di quasi il 3% sulle 24 ore lascia sperare che il peggio per Bitcoin sia passato e che la pressione di vendita si stia allentando. 

Grafico Bitcoin 24.01.24

Secondo molti analisti, il ribasso scatenato dopo l’approvazione degli ETF Bitcoin Spot, sarebbe stato dovuto alla massiccia ondata di deflussi da Grayscale, che solo nella giornata di ieri ha trasferito un ammontare di BTC su Coinbase Prime pari a 600 milioni di dollari.

Mentre Grayscale dismetteva una minima parte dei suoi ingenti asset in Bitcoin, l’ETF di BlackRock ne acquisiva altrettanti, e questo forse giustifica il ritrovato ottimismo di oggi. 

Tuttavia è ancora presto per cantare vittoria e non mancano ulteriori previsioni ribassiste. Secondo l’ex CEO di BitMEX Arthur Hayes infatti, Bitcoin scenderà ancora, arrivando a 35.000 dollari entro marzo.

Occhi puntati su Ethereum

Tuttavia ora l’attenzione si sta spostando su Ethereum. Celsius, il servizio di lending crypto andato in bancarotta nel 2022, avrebbe depositato circa 18.000 ETH, pari ad oltre 40 milioni di dollari su Coinbase. 

Celsius ha già depositato un totale di 280.760 ETH su Coinbase ed altri exchange e detiene ancora altri 540.000 ETH circa. 

Dunque si rischia una pesante liquidazione anche di ETH. Per il momento comunque, nonostante l’incertezza, Ethereum si muove in territorio positivo con un guadagno di circa l’1%. 

Mercato neutro

La giornata di oggi fa un po’ riprendere fiato a tutto il settore. Tra le top 10 spiccano i guadagni di Solana (SOL), vicini al 6% e Avalanche (AVAX), +8%. 

Tuttavia uno degli indicatori più importanto del mercato, l’indice Fear & Greed, oggi ha raggiunto i minimi da 100 giorni, toccando i 48 punti.

Da diversi giorni l’andamento si è spostato da “Greed” a “Neutral”, ma il punteggio odierno indica che nonostante l’andamento positivo del mercato, non c’è un’inversione di tendenza rispetto ai ribassi dei giorni scorsi. 

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!