Bitcoin si avvicina a $63K, mentre i tori si fanno largo tra i “Taker”

Un ordine taker è piazzato da un trader che vuole eseguire l'operazione immediatamente al prezzo di mercato.
Bitcoin 63k
Indice

Bitcoin (BTC) ha messo a segno un modesto guadagno mercoledì, facendo leva sulle pressioni di vendita su Binance, mentre l’indice del dollaro (DXY) è crollato in vista degli importanti dati sull’inflazione degli Stati Uniti di aprile.

I dati di CoinDesk mostrano che la principale criptovaluta per valore di mercato è salita del 2% a 62.800 dollari, quasi invertendo il calo di martedì.

Secondo lo strumento di monitoraggio dei dati The Kingfisher, il flusso di ordini rialzisti è arrivato dall’exchange Coinbase, quotata al Nasdaq, e da Bitfinex, aiutando il mercato ad assorbire la “vendita di taker” su Binance. Un ordine taker è piazzato da un trader che vuole eseguire l’operazione immediatamente al prezzo di mercato.

Il delta del volume cumulativo spot su Coinbase e Bitfinex è aumentato, indicando un aumento della pressione netta di acquisto, mentre il CVD su Binance è diminuito, indicando una vendita costante.

Il CVD misura la differenza netta tra i volumi di acquisto e di vendita, evidenziando se il compratore o il venditore è stato leader. L’indicatore include le transazioni con USD o equivalenti USD come valute di quotazione, comprese le monete fiat e le stablecoin ancorate al dollaro.

“Le vendite taker di Binance Spot sono ancora in corso, ma finora sono state compensate da offerte passive spot. Lo spot di Coinbase vede una rinnovata offerta di taker, con lotti di spot acquistati”, ha dichiarato l’analista pseudonimo Skew su X.

Prezzo spot di Bitcoin e delta del volume cumulativo tra gli exchange.
Prezzo spot di Bitcoin e delta del volume cumulativo tra gli exchange. (The Kingfisher, Skew)

Nei mercati tradizionali, i trader continuano a vendere il dollaro statunitense contro le principali valute fiat, sostenendo i guadagni degli asset di rischio, comprese le criptovalute.

Secondo la fonte di dati TradingView, l’indice del dollaro, che misura il tasso di cambio del biglietto verde rispetto a un paniere di valute fiat, è sceso dello 0,17% a 104,84, segnalando una continuazione del calo dal massimo del 1° maggio di 106,49.

La debolezza ha fatto seguito ai commenti del presidente della Federal Reserve Jerome Powell, secondo il quale l’attuale politica monetaria è restrittiva per molte misure e la prossima mossa è improbabile che sia un aumento dei tassi (o un’ulteriore restrizione della liquidità).

Powell ha inoltre sminuito il dato sull’indice dei prezzi alla produzione statunitense di aprile, più caldo del previsto, che segnalava una maggiore inflazione in arrivo.

“Non lo definirei caldo”, ha detto Powell a proposito dei dati sull’inflazione all’ingrosso. “Lo definirei un po’ misto”.

Il Dipartimento del Lavoro pubblicherà l’indice dei prezzi al consumo (CPI) di aprile mercoledì alle 12:30 UTC. Secondo gli analisti, una stampa più morbida del previsto potrebbe far salire BTC al di sopra dei 65.000 dollari.

Il consenso è che i dati mostrino che l’IPC è aumentato del 3,4% su base annua ad aprile, con una moderazione rispetto al 3,5% di marzo. L’IPC core, che esclude i prezzi di cibo ed energia, è aumentato del 3,6% su base annua, in calo rispetto al 3,8% di marzo.

Fonte: Coindesk

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!