Bitcoin scende del 2% a causa dell’inflazione statunitense più alta del previsto

La lettura dell'IPC ha ridotto le aspettative di tagli ai tassi di interesse nei prossimi mesi, pesando sugli asset di rischio come le criptovalute.
Bitcoin scende
Indice

Bitcoin (BTC) è sceso al di sotto dei $49.000 martedì dopo che la lettura dell’inflazione statunitense, più calda del previsto, ha pesato sulle aspettative di taglio dei tassi di interesse.
La criptovaluta più grande per capitalizzazione di mercato è scivolata di circa il 2% a 48.700 dollari da poco più di 50.000 dollari all’inizio della giornata, mentre l’indice CoinDesk 20 (CD20) ha perso il 2,4%.

Il calo è avvenuto dopo che il rapporto sull’indice dei prezzi al consumo (CPI) di gennaio ha mostrato un’inflazione del 3,1% su base annua, superiore alle previsioni degli analisti del 2,9%. Secondo il CME FedWatch Tool, gli operatori di mercato vedono solo il 34% di possibilità che la Federal Reserve tagli i tassi di interesse a maggio, in calo rispetto al 52% di un giorno fa.

La minore probabilità di un imminente taglio dei tassi ha pesato anche sui mercati tradizionali. Il rendimento dei titoli del Tesoro americano a 10 anni è salito di 12 punti base, mentre l’indice azionario S&P 500 e il Nasdaq Composite Index, che si occupa di tecnologia, hanno subito un calo del 2%.

Fonte: Coindesk

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!