Bitcoin sale a 64.000 dollari dopo l’uscita del dato IPC negli Stati Uniti

Si prospetta un allentamento delle politiche restrittive da parte della Fed.
Bitcoin indice IPC
Indice

Il prezzo di Bitcoin è salito a 64.000 dollari dopo l’uscita dei dati sull’indice dei prezzi al consumo (ICP) statunitense di aprile. L’aumento del 3,4% su base annua ha alimentato speculazioni su un possibile allentamento delle misure anti-inflazionistiche della Federal Reserve, portando gli investitori a puntare su asset più rischiosi come Bitcoin.

Bitcoin sale a 64.000 dollari

Il prezzo di Bitcoin ha registrato un aumento del 4%, raggiungendo quasi i 64.000 dollari. Questo incremento è avvenuto subito dopo la pubblicazione dei dati IPC di aprile da parte del Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti. L’indice ha registrato un aumento del 3,4% su base annua, in linea con le aspettative degli analisti. 

La possibilità di un futuro allentamento delle politiche restrittive da parte della Federal Reserve ha spinto gli investitori a considerare Bitcoin un’opzione di investimento interessante. La previsione di una riduzione dei tassi di interesse entro luglio ha ulteriormente alimentato questa tendenza.

Cos’è e cosa misura l’indice ICP

L’indice dei prezzi al consumo (ICP) misura la variazione dei prezzi di un paniere di beni e servizi comunemente utilizzati dai consumatori. Pubblicato mensilmente dal Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti, l’indice è un indicatore chiave dell’inflazione economica. 

Per il mese di aprile 2024, l’aumento del 3,4% è stato guidato principalmente dai costi degli alloggi e della benzina, che hanno contribuito a oltre il 70% dell’incremento totale dell’indicatore.

Il rapporto tra Bitcoin e l’inflazione

Bitcoin ha una relazione interessante con l’inflazione. Quando l’inflazione è alta, la Federal Reserve tende ad aumentare i tassi di interesse per controllarla, rendendo il denaro più costoso da prendere in prestito e riducendo l’interesse per gli asset rischiosi come Bitcoin. Tuttavia, quando ci sono segnali di allentamento delle misure anti-inflazionistiche, come con i recenti dati IPC, gli investitori tornano a guardare a Bitcoin come una copertura contro l’inflazione e una opportunità di investimento. L’aspettativa di tassi di interesse più bassi favorisce l’aumento del prezzo di Bitcoin, in quanto un costo del denaro inferiore stimola gli investimenti in asset digitali.

Cosa succede ora al prezzo di Bitcoin

Con il prezzo di Bitcoin che ha raggiunto i 64.000 dollari, l’attenzione ora si sposta sulle prossime mosse della Federal Reserve. Il prossimo incontro del Federal Open Market Committee a giugno sarà cruciale. Se la Fed suggerirà un possibile taglio dei tassi entro settembre, potremmo assistere a un ulteriore aumento del prezzo di Bitcoin. Tuttavia, se i dati sull’inflazione continueranno a essere elevati, la Fed potrebbe mantenere una politica restrittiva, il che potrebbe frenare ulteriori aumenti del prezzo di Bitcoin nel breve termine.

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!