Bitcoin recupera 41.000 dollari dopo che JPM ha dichiarato che il sell-off di GBTC è “alle nostre spalle”

Bitcoin ha recuperato $41.000 venerdì dopo che gli analisti di JPMorgan hanno dichiarato che i deflussi dal fondo BTC di Grayscale sono finiti.
Bitcoin 41000 dollari
Indice

Il fondo Bitcoin Trust (GBTC) di Grayscale, recentemente convertito, ha registrato 4,3 miliardi di dollari di deflussi dalla sua conversione in un fondo negoziato in borsa (ETF) all’inizio del mese. Gli analisti di JPMorgan hanno descritto i deflussi come parte delle prese di profitto degli investitori sui precedenti investimenti in GBTC e come uno dei principali catalizzatori del recente calo della criptovaluta. Tuttavia, la banca ritiene che la maggior parte delle prese di profitto sia finita, spingendo BTC a $41.000 venerdì.

Gli ETF su Bitcoin hanno registrato un deflusso di 158 milioni di dollari in un solo giorno, il 24 gennaio.

Gli analisti di JPMorgan ritengono che la maggior parte delle prese di profitto da parte del Grayscale Bitcoin Trust (GBTC) sia probabilmente terminata, il che potrebbe ridurre la pressione al ribasso sul prezzo del Bitcoin. Venerdì BTC ha superato la soglia dei 41.000 dollari.

Le osservazioni della banca giungono nel contesto di un record di deflussi netti giornalieri dagli ETF statunitensi sul Bitcoin spot dopo il nono giorno di negoziazione.

Dall’inizio del 2021, il fondo Grayscale è stato scambiato a sconto rispetto al suo valore patrimoniale netto. I 4,3 miliardi di dollari di deflussi dal fondo dalla sua conversione in ETF l’11 gennaio sono attribuiti agli investitori che hanno incassato i loro precedenti investimenti in GBTC.

“Le prese di profitto su GBTC sono già avvenute in gran parte”. ha dichiarato Nikolaos Panigirtzoglou, managing director della strategia di mercato di JPMorgan, in un rapporto di mercato del 25 gennaio. “Questo implica che la maggior parte della pressione al ribasso su Bitcoin da quel canale dovrebbe essere ampiamente alle spalle”.

Questo sell-off è un fattore chiave dietro il recente calo del prezzo di Bitcoin di quasi il 20%, sceso sotto i 40.000 dollari dopo il lancio di diversi ETF su Bitcoin negli Stati Uniti. Il 24 gennaio, l’analisi di JPMorgan ha coinciso con un deflusso netto record di 158 milioni di dollari in un solo giorno dai dieci ETF Bitcoin spot approvati, come riportato dalla ricerca BitMEX di giovedì.

In particolare, l’ETF di Grayscale ha registrato un deflusso di 429 milioni di dollari il 24 gennaio; secondo i dati di BitMEX, questi deflussi sono scesi a 394 milioni di dollari, segnando il secondo giorno di deflusso più basso.

Inizialmente, il GBTC era un fondo fiduciario che consentiva agli investitori di acquistare azioni rappresentative di Bitcoin in un contesto di mercato tradizionale, spesso scambiate con un premio o uno sconto rispetto al valore effettivo di BTC. Questo mese, Grayscale ha ricevuto l’approvazione dalla SEC per convertire il suo fondo in un ETF di Bitcoin dpot, segnando la fine di una lunga battaglia legale.

Gli ETF su Bitcoin sono attivi, gli investitori attendono il quarto halving

Dopo una performance stellare nel 2023, il prezzo di Bitcoin hanno subito una battuta d’arresto quest’anno, scivolando di quasi il 7% dal 1° gennaio.

I consensi istituzionali e il recente aumento dei prezzi di mercato hanno un impatto positivo sul mercato delle criptovalute; alcuni analisti ritengono che i guadagni di prezzo di BTC derivanti dal clamore degli ETF fossero già previsti prima del loro lancio.

La natura lungimirante del mercato delle criptovalute suggerisce che i trader che hanno comprato le indiscrezioni potrebbero essere pronti a vendere indipendentemente dalle notizie reali. Tuttavia, JPMorgan ritiene che gran parte di questa pressione di vendita sia svanita.

Inoltre, BTC si appresta a subire il quarto halving quest’anno, un evento che storicamente ha portato a notevoli impennate del prezzo della criptovaluta di punta.

Fonte: Tokenist.com

HOT TOPIC

Articoli correlati

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!