Bitcoin a 66.800 dollari, -9%: perché sta scendendo

BTC accusa un calo di quasi il 9% sulle 24 ore.
Perché Bitcoin sta scendendo
Indice

Il momento negativo era cominciato nel tardo pomeriggio di ieri e si è esteso nelle prime ore del mattino in Asia: al momento della scrittura di questo articolo il prezzo di Bitcoin è sceso di quasi il 9% ed è attualmente scambiato a 66.970 dollari. Ma perché Bitcoin sta scendendo? Ecco alcune ragioni.

Perché Bitcoin sta scendendo

Il prezzo di Bitcoin è sceso a causa di una combinazione di liquidazioni massicce nel mercato, pressioni macroeconomiche, e l’impatto negativo dell’indice Coinbase Premium insieme alla domanda più contenuta degli ETF di Bitcoin.

Le liquidazioni di posizioni long nel mercato dei futures di Bitcoin hanno superato i 682,54 milioni di dollari, coinvolgendo oltre 191.000 trader, causando una caduta del prezzo del 8% in poche ore, da $72.000 a $66.500.

A innescare il calo tuttavia, nella giornata di ieri, erano state le condizioni macroeconomiche degli Stati Uniti dove sono stati diffusi i dati sull’Indice dei Prezzi al Produttore (PPI) e le aspettative riguardanti le politiche dei tassi d’interesse della Federal Reserve per il 2024, hanno esercitato ulteriori pressioni sul valore di Bitcoin.

Il calo di Bitcoin sotto la soglia dei 70.000 dollari è stato influenzato anche dall’indice “Coinbase Premium” che è diventato negativo per la prima volta dal 26 febbraio, segnalando un sentiment ribassista dai mercati statunitensi.

In calo gli afflussi dagli ETF

Anche il calo degli afflussi negli ETF di Bitcoin ha portato a una significativa liquidazione nel mercato, contribuendo a far scendere il prezzo del Bitcoin fin sotto i 67.000 dollari.

Gli inflow negli ETF di Bitcoin hanno subito una drastica riduzione dell’80,6% in 24 ore, registrando un influsso netto di 133 milioni di dollari rispetto ai 684 milioni del giorno precedente.

La diminuzione degli influssi degli ETF ha seguito una riduzione del 38,3% mercoledì, dopo un record di afflusso di 1,05 miliardi di dollari il martedì precedente.

Anche questo aspetto probabilmente ha contribuito al calo del prezzo di Bitcoin: ha fatto temere gli investitori che il momento d’oro degli ETF sia magicamente finito. In realtà, il punto è che se gli ETF trainano la domanda, trainano anche il prezzo. I due aspetti sono correlati. Venendo a mancare la domanda, il prezzo ne ha risentito. Bisognerà capire ora se si è trattato di un momento o dell’inizio della fine dell’entusiasmo negli ETF su Bitcoin.

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!