Bitcoin a 60.000 dollari: un calo prima di un rialzo a 71.000 dollari?

Il prezzo di Bitcoin ha subito un forte calo nelle ultime 24 ore, ma ci sono possibilità di una piena ripresa.
Indice

Bitcoin (BTC) ha assistito a una correzione dei prezzi nelle ultime 24 ore. Una delle ragioni principali potrebbe essere l’aumento delle liquidazioni.

Ciononostante, BTC si stava avvicinando a un livello di supporto cruciale dal quale potrebbe verificarsi un’inversione di tendenza nei prossimi giorni o settimane.

Perché Bitcoin è in calo

I dati di CoinMarketCap hanno rivelato che BTC è sceso di oltre il 3% nelle ultime 24 ore. Al momento in cui scriviamo, BTC viene scambiato a 60.862,71 dollari, con una capitalizzazione di mercato di oltre 1,2 trilioni di dollari.

Ali, un famoso analista crypto, ha recentemente pubblicato un tweet che rivela una possibile ragione dietro questo trend al ribasso. Secondo il tweet, la liquidazione di BTC è aumentata bruscamente vicino al traguardo di 61.490 dollari.

Ogni volta che la liquidazione aumenta, aumentano le possibilità di una correzione dei prezzi. Pertanto, gli investitori potrebbero aver scelto di uscire dalle loro posizioni dopo aver raggiunto quel livello. Questo recente calo dei prezzi ha spinto BTC verso un livello di supporto critico.

L’analisi di AMBCrypto del grafico giornaliero della crypto ha rivelato un pattern a cuneo discendente in ampliamento. Se la flessione continua, gli investitori potrebbero assistere al calo di BTC a 60.078 dollari.

A quel punto, BTC avrebbe la possibilità di rimbalzare. Se ciò accadesse, il prezzo del re delle criptovalute potrebbe acquisire slancio rialzista e raggiungere i 71.000 dollari nelle prossime settimane o mesi.

BTC rimbalzerà presto?

AMBCrypto ha quindi dato un’occhiata ai dati on-chain della moneta reale per vedere se la moneta era pronta per un rimbalzo.

La nostra analisi dei dati di Glassnode ha rivelato una metrica rialzista.

In particolare, gli indicatori Pi Cycle Top di BTC hanno evidenziato che il prezzo di BTC stava negoziando al di sotto del suo possibile minimo di mercato. Se ciò è vero, allora BTC potrebbe presto diventare rialzista.

Per i non addetti ai lavori, l’indicatore Pi Cycle è composto dalla media mobile a 111 giorni (111SMA) e da un multiplo doppio della media mobile a 350 giorni (350 SMA x 2) del prezzo di Bitcoin.

Infatti, secondo i dati di CryptoQuant , il deposito netto di BTC sugli exchange era basso rispetto alla media degli ultimi sette giorni. Ciò significava chiaramente che la pressione di vendita su BTC era bassa, il che di solito si traduce in rialzi dei prezzi.

Anche il CDD binario di BTC era in verde, il che significa che i movimenti dei detentori a lungo termine negli ultimi sette giorni sono stati inferiori alla media. Hanno un motivo per conservare le loro monete.

Anche sul mercato dei derivati la situazione sembrava buona, con l’aumento del tasso di finanziamento di BTC.

Anche il Chaikin Money Flow (CMF) ha registrato un leggero rialzo, il che suggerisce che le probabilità di un aumento dei prezzi erano elevate.

Tuttavia, l’RSI ha sostenuto gli orsi, crollando poi bruscamente.

Fonte: AMBCrypto

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!