La BCE risponde alle preoccupazioni del settore bancario sull’euro digitale

Secondo un rapporto della BCE l'euro digitale non sostituirà le banche.
euro digitale
Indice

La Banca Centrale Europea (BCE) ha risposto alle preoccupazioni degli istituti finanziari riguardo al ruolo della moneta digitale della banca centrale (CBDC). Il rapporto della BCE sottolinea che “l’euro digitale sarà concepito come mezzo di pagamento e non come investimento”.

I tre membri del Comitato esecutivo della BCE Piero Cipollone, Ulrich Bindseil e Jürgen Schaaf hanno chiarito i timori delle banche sulla disintermediazione. Il rapporto ha sottolineato che l’euro digitale non è destinato a sostituire le banche.

Secondo un tweet della collega della BCE Georgina, l’euro digitale potrebbe favorire i fornitori di servizi di pagamento e le banche europee. Ha affermato che i fornitori di servizi di pagamento distribuiranno l’euro digitale e saranno il principale punto di contatto.

Ha inoltre sottolineato che ci saranno modelli di compensazione equi per i fornitori che distribuiscono l’euro digitale. Inoltre, ci saranno dei limiti di detenzione dell’euro digitale per salvaguardare la stabilità finanziaria.

Le stablecoin e gli istituti di moneta elettronica presentano rischi maggiori rispetto alle CBDC: BCE

Inoltre, la banca centrale ha osservato che i nuovi metodi di pagamento dirompenti, come le stablecoin e gli istituti di moneta elettronica, potrebbero rappresentare un rischio maggiore per il finanziamento delle banche rispetto all’euro digitale.

“Le banche stanno sbagliando strada quando si basano su studi che non tengono conto delle caratteristiche del design dell’euro digitale”.

Così facendo, le banche ignorano altre sfide che devono essere affrontate, ha aggiunto la BCE. Invece di mitigare i “nuovi e potenti” concorrenti privati, le banche dovrebbero offrire prodotti e servizi interessanti che incentivino i clienti. In questo modo, i clienti manterrebbero i loro depositi presso di loro. Ha aggiunto.

Inoltre, i membri del Comitato esecutivo hanno rivelato che la BCE sta portando avanti il suo lavoro per lo sviluppo di un euro digitale.Continuerà a perfezionare le scelte progettuali, ad affrontare i potenziali rischi e a ottimizzare i benefici“.

Inoltre, la BCE sta prendendo “seriamente” in considerazione le preoccupazioni delle banche in materia di finanziamento proponendo limiti di detenzione, vincoli di accesso, assenza di remunerazione e reverse waterfall.

Un euro digitale armonizzerebbe gli standard europei, consentendo ai fornitori di servizi di pagamento di espandere i propri servizi oltre i confini nazionali per coprire l’intera area dell’euro.

In generale, Georgina ha affermato che l’euro digitale renderà il sistema dei pagamenti dell’UE più competitivo e innovativo.

Fonte: Cryptonews

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!