Un altro ETF Bitcoin si è appena unito al club degli asset da 1 miliardo di dollari. Sarà l’ultimo?

Mentre i 10 fondi statunitensi di bitcoin spot hanno totalizzato finora 4,6 miliardi di dollari di afflussi netti, la metà del campo è in ritardo rispetto ai leader
ETF Bitcoin
Indice

Cinque ETF statunitensi su Bitcoin hanno ora un patrimonio di almeno 1 miliardo di dollari, mentre l’altra metà del settore è attualmente in forte ritardo.

Il Bitcoin ETF (BITB) di Bitwise Asset Management questa settimana è diventato il quinto fondo statunitense di Bitcoin spot a superare questo traguardo.

Il Bitcoin Trust ETF (GBTC) di Grayscale Investments è ancora comodamente in testa al segmento, con circa 23,8 miliardi di dollari di asset in gestione. Questo numero è tuttavia diminuito rispetto ai circa 28 miliardi di dollari che aveva al momento della conversione in ETF l’11 gennaio.

Da quando è diventato un ETF, GBTC ha subito un deflusso di oltre 6,8 miliardi di dollari, secondo i dati di BitMEX Research. Ma gli altri nove fondi statunitensi di Bitcoin spot hanno raccolto circa 11,4 miliardi di dollari di afflussi netti in questo arco di tempo, per un totale di circa 4,6 miliardi di dollari per tutti e 10 i fondi.

Gli ETF su Bitcoin che hanno registrato la crescita più rapida sono stati l’ETF iShares di BlackRock (IBIT) e il Wise Origin Bitcoin Fund di Fidelity Investments (FBTC), che hanno rispettivamente un patrimonio di circa 6 miliardi di dollari e 4,3 miliardi di dollari.

L’Ark 21Shares Bitcoin ETF (ARKB) ha circa 1,4 miliardi di dollari di asset in gestione, superando gli 1,1 miliardi di dollari di BITB.

Mentre i prodotti di BlackRock e Fidelity si sono distaccati dal gruppo in termini di afflussi, ARKB e BITB “hanno le carte in regola per competere come operatori a lungo termine in questa categoria“, secondo il presidente di The ETF Store Nate Geraci.

La scala è di “estrema importanza“, data l’intensa concorrenza delle commissioni nel segmento degli ETF bitcoin spot, ha osservato. VanEck si appresta ad abbassare la commissione del suo ETF Bitcoin dallo 0,25% allo 0,20% il 21 febbraio, ha dichiarato l’azienda in un comunicato di giovedì.

Il successo di solito genera successo nel settore degli ETF“, ha dichiarato Geraci a Blockworks. “La rapida accumulazione di asset da parte di BlackRock, Fidelity, Ark e Bitwise renderà le cose molto più difficili per il resto del settore“.

Neena Mishra, direttore della ricerca sugli ETF presso Zacks Investment Research, ha affermato che altri ETF su Bitcoin potrebbero continuare a guadagnare asset significativi, vista la crescita senza precedenti del segmento fino ad ora.

Mi aspettavo che questi ETF sarebbero stati tra i lanci di maggior successo di sempre, ma il successo ha superato le mie aspettative“, ha dichiarato. “Quindi non mi scandalizzerei se anche un altro di questi ETF superasse il traguardo di 1 miliardo di dollari”.

Ma potrebbe volerci un po’, ha osservato Geraci.

L’ETF su Bitcoin emesso da Invesco (in collaborazione con Galaxy) ha un patrimonio di 315 milioni di dollari, secondo BitMEX Research. Il VanEck Bitcoin Trust (HODL) ha un patrimonio di 190 milioni di dollari, mentre il patrimonio del Bitcoin ETF di Valkyrie Investments (BRRR) è di 152 milioni di dollari.

In fondo alla classifica ci sono i prodotti di Franklin Templeton e WisdomTree, che alla data di giovedì avevano rispettivamente un patrimonio di 96 e 26 milioni di dollari.

Mishra ha osservato che gli ETF devono generalmente raggiungere almeno 50 milioni di dollari di patrimonio in gestione per essere considerati “validi“. Mentre i fondi gestiti da società più piccole e con costi operativi più elevati hanno maggiori probabilità di essere liquidati, emittenti come WisdomTree potrebbero scegliere di lasciare che il prodotto continui a essere negoziato anche se non è redditizio.

I dirigenti di criptovalute e gli osservatori del settore hanno notato che gran parte del settore della gestione patrimoniale che ci si aspettava si buttasse su questi ETF Bitcoin spot non li ha ancora allocati. Matt Hougan, Chief Investment Officer di Bitwise, ha dichiarato durante un panel alla conferenza Exchange ETF in Florida questa settimana che si aspetta “un’accelerazione secondaria” degli afflussi tra qualche mese, quando i fondi saranno disponibili su più piattaforme.

Penso che tutti gli emittenti siano impegnati a rimanere in gara per il momento“, ha detto Geraci. “Ma le scarse condizioni economiche di questa categoria costringeranno probabilmente alcune aziende a uscire se non riusciranno a recuperare terreno“.

Fonte: Blockwork

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!