Cos’è XRP, come funziona e come investire

Guida completa a XRP: la sua storia, le sue caratteristiche e come comprare il token XRP.
Indice

In questa guida ci scopriremo che cos’è XRP, una delle criptovalute più rinomate dopo Bitcoin (BTC), attualmente posizionata al settimo posto per capitalizzazione di mercato nel panorama delle crypto.

Esploreremo le caratteristiche distintive di XRP, discuteremo le modalità per acquistarla, esamineremo la sua affascinante storia e scopriremo i molteplici ambiti in cui viene impiegata.

Inoltre, forniremo preziosi consigli su come conservare al meglio questa criptovaluta utilizzando i wallet più appropriati.

Cos’è XRP

🪙 CriptovalutaXRP
TickerXRP
🔗 BlockchainXRP Ledger
🗓️ Anno di nascita2012
👨‍💻 FondatoreJed McCabel e Ryan Fugger
Whitepaperhttps://ripple.com/files/ripple_consensus_whitepaper.pdf 
🌐 Sito ufficialehttps://ripple.com/ 

XRP è la criptovaluta di Ripple Labs, fondamentale per il suo funzionamento, ed è stata creata al fine di consentire alle istituzioni finanziarie di poter usare la blockchain per le varie transazioni internazionali

Storia di XRP

La storia di XRP ha inizio nel 2004, quando Ryan Fugger creò RipplePay, un sistema di pagamento digitale pensato per consentire agli utenti di creare le proprie valute e facilitare così gli scambi tra di loro.

Il progetto come lo conosciamo oggi, però, prese forma nel 2012, quando Jed McCaleb, noto per aver fondato l’exchange Mt.Gox, iniziò a sviluppare una nuova criptovaluta che non richiedesse il mining, a differenza di Bitcoin.

McCaleb collaborò con Fugger per fondare OpenCoin, successivamente rinominata Ripple Labs. Nel 2012, Ripple Labs lanciò il protocollo Ripple insieme al token nativo, XRP. L’obiettivo di Ripple era facilitare transazioni veloci e a basso costo tra diverse valute.

Inizialmente, Ripple Labs creò 100 miliardi di XRP, di cui una parte significativa venne trattenuta da Ripple stessa. A partire dal 2014, Ripple Labs iniziò a stringere partnership con banche e istituti finanziari per promuovere l’adozione del suo protocollo di pagamento. Tra le prime ad aderire vi furono la tedesca Fidor Bank e la statunitense Cross River Bank.

Nel 2017, il valore del token XRP crebbe notevolmente, grazie all’interesse crescente nel mercato e all’adozione sempre più diffusa da parte delle istituzioni finanziarie. Nel 2018, XRP divenne uno dei token più discussi nel mondo delle criptovalute.

Durante questo periodo, Ripple si trovò sotto i riflettori delle autorità legali, in particolare dalla Securities and Exchange Commission (SEC) nel 2020, accusata di aver venduto titoli non registrati. Questo evento ha scatenato un dibattito intenso sulla regolamentazione delle criptovalute, ancora in corso oggi.

Ripple ha costantemente sostenuto che XRP non è una security e ha continuato a lavorare per promuovere l’adozione globale del proprio protocollo di pagamento.

Cosa rende unico XRP

Il token XRP è unico per diverse ragioni. Per prima cosa le transazioni con XRP sono molto rapide, spesso, infatti, vengono completate nel giro di pochi secondi. Questo a differenza di altre criptovalute come Bitcoin o Ethereum che richiedono anche diversi minuti o persino ore per poter confermare le transazioni. 

Un altro elemento interessante e unico sono le commissioni molto basse, che rendono XRP un’opzione decisamente attraente per chi deve fare dei trasferimenti di denaro, specie su scala internazionale.

XRP usa “Ripple Protocol Consensus Algorithm”, un algoritmo di consenso unico, anziché usare i più tradizionali Proof-of-Work o Proof-of-Stake. 

Rispetto ad altre criptovalute che puntano sulla totale decentralizzazione, Ripple ha fatto in modo da mantenere un certo controllo su XRP, ciò ha permesso a Ripple una collaborazione più semplice con gli istituti finanziari e le banche.

XRP viene utilizzato nella soluzione On-Demand Liquidity di Ripple, che consente alle istituzioni finanziarie di inviare denaro in diverse valute senza necessità di pre-finanziare i conti nel Paese di destinazione, migliorando la liquidità e riducendo i costi di cambio

Questi aspetti combinati rendono XRP una criptovaluta unica nel panorama delle criptovalute, con un focus particolare sull’efficienza delle transazioni e sull’integrazione con il sistema finanziario tradizionale.

Come funziona XRP

Il token XRP funziona sulla piattaforma XRP Ledger, una blockchain decentralizzata che utilizza un meccanismo di consenso chiamato “Consensus Protocol“, un protocollo che non richiede mining, questo permette delle transazioni veloci e a basso costo.

La transazione comincia con la creazione e la firma digitale da parte del mittente, a quel punto viene inviata a nodi della rete, che verificano la sua validità, controllando diversi elementi come, per esempio, se il mittente dispone dei fondi necessari per effettuare la transazione.

A questo punto i nodi confermano la validità della transazione, un procedimento che impiega generalmente qualche secondo. Quando il consenso è stato ottenuto la transazione viene inclusa nel Ledger e non è più possibile annullarla.

Usi di XRP

XRP viene principalmente usata per poter facilitare le transazioni finanziarie internazionali. L’obiettivo è quello di ridurre tempi e costi legati proprio a questi trasferimenti di denaro.

XRP è stata progettata per lavorare con istituzioni finanziarie e bancarie, a differenza di Bitcoin che ha fatto della decentralizzazione il suo cavallo di battaglia.

Come è stato già detto nei capitoli precedenti XRP ha una maggior velocità di transazione e costi decisamente bassi e per questa ragione può essere usato anche come metodo di pagamento. Siccome le transazioni richiedono appena pochi secondi per essere completate lo rende un token adatto per questo uso.

Oltre a questo XRP, come anche altre criptovalute, può essere utilizzato a scopo di investimento. Infatti, sono molti gli investitori che hanno deciso di puntare su XRP, comprando e vendendo il token in base alle fluttuazioni del mercato.

Come comprare XRP

Comprare e investire in XRP è sicuramente uno dei metodi migliori per far lavorare i vostri soldi nel mercato delle crypto, perché vi consente di ottenere di ritorni passivi in base all’andamento del mercato.

Se volete comprare XRP la prima cosa che dovete fare è quella di trovare un exchange sicuro e affidabile, che supporti XRP al quale potervi affidare.

Tra i migliori exchange crypto che supportano XRP ci sono:

  • Binance: è la più famosa piattaforma exchange di criptovalute al mondo, dove XRP è quotato tra le principali valute digitali. Gli utenti possono scambiare XRP con altre criptovalute e fiat, beneficiando di una vasta liquidità e di strumenti avanzati di trading.
  • Kucoin: questo exchange supporta una vasta gamma di asset digitali, incluso XRP. Offre agli utenti opzioni di trading avanzate, staking e accesso a progetti emergenti attraverso il suo marketplace di token.
  • Coincall: si tratta di un exchange emergente con grandi potenzialità. Supporta XRP, ma bisogna notare come il supporto sia solamente da browser e non dall’app mobile.
  • Bitget: si tratta di uno degli exchange più sicuri, include XRP tra i suoi asset supportati per lo spot trading, i contratti per differenza (CFD) e i futures. Gli utenti possono scambiare XRP con altre criptovalute e utilizzare strumenti avanzati come la leva fino a 100x, beneficiando di una piattaforma user-friendly e sicura.
  • Okx: su questo exchange XRP è quotato tra le principali valute digitali. Gli utenti possono fare trading di XRP con altre criptovalute e fiat, beneficiando di una vasta liquidità e di strumenti avanzati di trading offerti da OKX.

Il valore di XRP

Il prezzo di XRP (Ripple) ha manifestato una notevole volatilità dal suo debutto nel 2014, influenzato da una complessa intersezione di fattori tecnici, fondamentali e di mercato.

Il periodo tra il 2014 e il 2016 ha visto XRP consolidarsi come una criptovaluta emergente, con un focus primario sullo sviluppo della tecnologia di Ripple e sulla sua adozione iniziale.

Nel 2017, in particolare il mese di aprile, è stato un punto di svolta con l’inizio delle collaborazioni con istituzioni finanziarie di rilievo, un fattore che ha contribuito ad accrescere la fiducia nel progetto e a innescare un aumento significativo del prezzo portandosi prima a 0,03 dollari e nell’arco di un mese a 0,39 dollari.

L’adozione da parte delle istituzioni finanziarie ha continuato a crescere nei successivi anni, soprattutto con l’espansione di RippleNet e delle soluzioni di pagamento di Ripple. Il prezzo, però, ha avuto un leggero calo toccando a novembre 0,24 dollari.

Nel dicembre dello stesso anno ecco il tanto atteso incremento di XRP che balza nel giro di appena un mese a 3,84 dollari, favorito dalla bolla delle criptovalute. Questo è il suo massimo storico di sempre, al momento attuale XRP non è riuscito a toccare più quella soglia.

Questo prezzo, però, non viene mantenuto troppo a lungo perché proprio all’inizio del 2018 il mercato delle criptovalute ha attraversato una correzione significativa, segnando un periodo di ribasso generale che ha coinvolto anche XRP.

Nel dicembre 2020 la SEC avvia una causa legale contro Ripple Labs, accusando l’azienda di vendita di securities non registrate, questo ha avuto un impatto davvero pesante sul prezzo di XRP, generando un’ondata di volatilità che ne ha influenzato il valore.

Per vedere un nuovo incremento del prezzo di XRP occorre aspettare il 14 aprile XRP quando toccherà 1,79 dollari, questo rally fu generato da nuove partnership e integrazioni nelle piattaforme exchange.

XRP ha conosciuto da allora diversi momenti bui, che non gli ha permesso di portarsi ai livelli raggiunti in precedenza, a contribuire a questi momenti è stato anche il delisting del token da alcune piattaforme exchange, principalmente in risposta alla causa legale della SEC.

Wallet per XRP

La prima cosa da avere per poter conservare al meglio le nostre criptovalute è un wallet, che sia un’app o un hardware wallet non ha importanza, la cosa che importa più di tutte è che si tratti di un wallet sicuro.

Evitate di tenere i vostri token troppo a lungo sugli exchange, infatti questi sono particolarmente soggetti a bruschi tracolli e potreste rischiare di perdere i vostri asset digitali. Conservate i token sempre su un wallet sicuro.

Di seguito vi illustriamo tre wallet che abbiamo scelto per voi per conservare al meglio i vostri XRP.

Exodus

Questo wallet è di tipo self-custodial e offre ai propri utenti il pieno controllo dei propri asset senza il bisogno di creare un account. 

Exodus si distingue anche per quanto riguarda la sicurezza, infatti, questa viene garantita grazie a una frase segreta composta da 12 parole e delle chiavi che vengono generate al momento dell’apertura del wallet Exodus.

L’utente ha la possibilità di usufruire di questo wallet in tre versioni diverse: estensione desktop, app mobile, web 3 wallet.

Oltre a conservare i vostri XRP potrete anche acquistarli o riceverli da altri utenti.

Trust Wallet

Questa app wallet per criptovalute, che supporta anche XRP, è principalmente conosciuta per le sue caratteristiche di sicurezza. Si tratta di un wallet non custodial quindi permette ai propri utenti di avere il pieno controllo delle proprie chiavi private e di conseguenza dei propri token, nel nostro caso XRP. 

La particolarità di Trust Wallet è il fatto di funzionare anche come estensione per browser come Chrome, Brave ed Edge.

Ledger Nano X

Ledger Nano X è uno dei wallet che offrono maggior efficienza in termini di sicurezza, infatti si tratta di un hardware wallet, ovvero un wallet fisico. 

I tuoi asset digitali verranno conservati al sicuro, protetti da un PIN. Sicuramente l’ideale per tutti coloro che, per una ragione o per l’altra, diffidano dei wallet virtuali e si sentono maggiormente al sicuro con un dispositivo fisico.

XRP Pro e Contro

Prima di chiudere questa nostra guida a XRP, vogliamo riportarvi in questa sintetica tabella i principali Pro e Contro del token di Ripple.

🟢 PRO🔴 CONTRO
Velocità delle transazioniProblemi legali
Bassi costi di transazioneCentralizzazione
ScalabilitàConcorrenza nel settore
Adozione da parte di banche e
istituzioni finanziarie

Conclusione

XRP rappresenta una significativa evoluzione nelle crypto grazie alla sua tecnologia di contabilità distribuita e alle transazioni veloci. Come ponte tra valute tradizionali e blockchain, XRP mira a rivoluzionare i trasferimenti di denaro internazionali, andando a ridurre costi e tempi.

La sua adozione, però, continua ad essere controversa tra regolatori e istituzioni finanziarie, che sollevano preoccupazioni sulla centralizzazione e sicurezza. Nonostante le sfide, XRP continua a guidare il dibattito sull’innovazione finanziaria globale, dimostrando il potenziale di trasformare il settore bancario e finanziario.

Con una crescente attenzione da parte di aziende e investitori, il futuro di XRP rimane intrigante, con potenziali implicazioni significative per il modo in cui i pagamenti e le transazioni finanziarie sono condotti in tutto il mondo.

Per quanto riguarda il suo prezzo, bisogna dire che gli investitori e in generale il mondo delle crypto guarda all’eterno caso SEC vs. Ripple.

Una vittoria definitiva da parte di Ripple Labs potrebbe far schizzare il prezzo di XRP in alto, ma dagli ultimi sviluppi sembra che la SEC non intenda mollare portando avanti una battaglia legale ormai da 4 anni.

Molti investitori sono ottimisti e sperano di poter rivedere XRP tornare ai livelli del 2018 quando toccò il suo massimo storico.

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!