Cosa sono le crypto

Guida completa al mondo delle criptovalute: cosa sono, come funzionano, come usarle e come investire.
Cosa sono le crypto
Indice

Questa guida è dedicata all’esplorazione del mondo delle criptovalute. Approfondiremo cosa sono le criptovalute e come funzionano, le modalità di utilizzo, nonché le opportunità e i rischi che comportano. 

Il nostro obiettivo è fornirti una comprensione chiara e dettagliata, per navigare con sicurezza in questo ambito innovativo e in costante evoluzione della finanza digitale.

Cosa sono le criptovalute

Le criptovalute, spiegate in parole semplici, sono una forma di valuta digitale, progettate per fungere da mezzo di scambio. A differenza delle monete tradizionali, come l’euro o il dollaro, le criptovalute esistono solo nel mondo digitale. Sono basate su una tecnologia chiamata blockchain, che garantisce sicurezza e trasparenza nelle transazioni.

 Queste valute non sono controllate da alcuna banca centrale o governo, il che le rende decentralizzate

L’esempio più noto di criptovaluta è Bitcoin, ma ne esistono migliaia di altre, ognuna con caratteristiche e scopi specifici.

Come funzionano le criptovalute

Le criptovalute funzionano su principi tecnologici avanzati, che le rendono uniche rispetto alle valute tradizionali. Dalla loro creazione fino alle transazioni, ogni aspetto è gestito digitalmente. 

Questo processo coinvolge diverse fasi e tecnologie, tra cui la blockchain, il mining e gli algoritmi di consenso. Ogni elemento svolge un ruolo fondamentale nel garantire sicurezza, efficienza e decentramento. Analizziamoli uno per uno.

Blockchain: il cuore delle criptovalute

La blockchain è il fondamento su cui si basano le criptovalute. È un registro digitale distribuito che registra tutte le transazioni in blocchi collegati tra loro in modo sicuro e immutabile. Ogni blocco contiene un numero di transazioni, che una volta validate, sono aggiunte alla catena in maniera cronologica. 

Questo processo garantisce trasparenza e resistenza alla manipolazione, poiché modificare un blocco richiederebbe di alterare tutti i blocchi successivi nella catena, un compito quasi impossibile.

Mining: validazione e creazione di nuove monete

Il mining è un processo fondamentale nel mondo delle criptovalute, svolgendo un doppio ruolo: la creazione di nuove monete e la validazione delle transazioni

I miners, o “minatori”, utilizzano computer potenti per risolvere complessi problemi matematici. Questa attività non solo conferma la legittimità delle transazioni, aggiungendole alla blockchain, ma è anche il metodo attraverso cui nuove criptovalute vengono generate e introdotte nel sistema. 

Ogni volta che un miner risolve con successo un problema e valida un blocco di transazioni, riceve una quantità predeterminata di criptovalute come ricompensa. Questo processo incentiva la partecipazione e mantiene la rete sicura, efficiente e decentralizzata.

Algoritmi di consenso: mantenere l’ordine e la sicurezza

Gli algoritmi di consenso sono meccanismi vitali che assicurano il funzionamento della blockchain nella creazione di nuove monete e nella convalida degli scambi. Questi algoritmi, di cui i più noti sono Proof of Work (PoW) e Proof of Stake (PoS), definiscono come le transazioni vengono validate e aggiunte alla blockchain. 

PoW, utilizzato da Bitcoin, richiede un’intensa attività di calcolo, mentre PoS, adottato da criptovalute come Ethereum, incentiva i partecipanti a “mettere in gioco” (in stake) le loro monete per avere il diritto di validare le transazioni. 

Questi meccanismi sono fondamentali per mantenere l’integrità e la sicurezza delle reti di criptovalute.

Cosa fare con le criptovalute

Le criptovalute, oltre ad essere un fenomeno finanziario rivoluzionario, offrono una vasta gamma di applicazioni pratiche. Da strumenti di investimento a metodi di pagamento, il loro utilizzo si estende ben oltre il semplice scambio monetario. Ecco alcuni dei modi più significativi e comuni in cui le criptovalute stanno trasformando le nostre attività quotidiane e il mondo finanziario:

  • Investimenti. Le criptovalute sono diventate popolari come asset di investimento. Molte persone acquistano criptovalute sperando che il loro valore aumenti nel tempo, simile agli investimenti in azioni o oro.
  • Transazioni internazionali. Grazie alla loro natura decentralizzata, le criptovalute permettono transazioni internazionali rapide e a basso costo, evitando le commissioni e i tempi di attesa delle banche tradizionali.
  • Acquisti online e offline. Un numero crescente di commercianti online e negozi fisici accetta criptovalute come metodo di pagamento per beni e servizi, offrendo un’alternativa digitale sicura alle monete tradizionali.
  • Smart contract e applicazioni decentralizzate (DApps). Le criptovalute, specialmente quelle basate su blockchain con funzionalità di smart contract come Ethereum, sono utilizzate per alimentare applicazioni decentralizzate che possono automatizzare e semplificare complesse procedure e contratti.
  • Staking e farming. Alcune criptovalute permettono lo staking o il farming, processi in cui gli utenti bloccano i loro fondi in una wallet per partecipare alla validazione delle transazioni (come nel Proof of Stake) o per ottenere ricompense.
  • Donazioni. Le criptovalute sono spesso usate per fare donazioni, poiché permettono trasferimenti di valore rapidi e trasparenti, con la possibilità di mantenere l’anonimato del donatore.
  • Collezione di asset digitali. Asset digitali come i token non fungibili (NFT) sono acquistati e collezionati usando criptovalute. Questi rappresentano opere d’arte, collezionabili o altri asset unici nel mondo digitale.

Questi sono alcuni dei principali modi in cui le criptovalute vengono utilizzate oggi. In futuro probabilmente assisteremo ad una evoluzione che potrebbe ampliare l’utilizzo e la portata innovativa delle monete digitali. 

Quante criptovalute esistono?

Le principali criptovalute sono Bitcoin ed Ethereum, ma al momento, secondo portali specializzati come Coinmarketcap, esistono oltre 2 milioni di crypto. 

Vediamo le tipologie di criptovalute più comuni, e per ognuna, degli esempi. 

  • Criptovalute classiche. Queste sono le prime criptovalute come Bitcoin ed Ethereum. Sono state create principalmente come mezzi di scambio o come riserva di valore. 
  • Stablecoin. Le stablecoin sono criptovalute il cui valore è ancorato a un asset esterno, come il dollaro USA o l’oro, per ridurre la volatilità. Esempi noti sono Tether (USDT) e USD Coin (USDC). Sono utilizzate spesso per transazioni e come bene rifugio in momenti di alta volatilità del mercato delle criptovalute.
  • Meme Coin. Queste criptovalute, come Dogecoin o Shiba Inu, sono spesso ispirate da elementi della cultura internet e meme popolari. Sebbene alcune possano raggiungere una notevole popolarità e valore, tendono ad essere più volatili e basate su tendenze di mercato piuttosto che su fondamentali solidi.
  • Utility Token. Gli utility token sono criptovalute che forniscono agli utenti l’accesso a un prodotto o servizio specifico all’interno di un ecosistema. Ad esempio, un token potrebbe essere utilizzato per pagare servizi di cloud storage su una piattaforma blockchain. È il caso di Filecoin, una criptovaluta che alimenta una rete di storage di file decentralizzato, o Chainlink, che permette di pagare servizi di trasferimento dati tra blockchain e sistemi esterni.
  • Governance Token. Questi token danno ai loro possessori il diritto di partecipare alle decisioni relative all’evoluzione di un determinato progetto o piattaforma blockchain, come votare su proposte di modifiche o aggiornamenti. Ne sono un esempio Uniswap (UNI), il token dell’omonimo exchange decentralizzao o Maker (MKR), utilizzato dal sistema MakerDAO. 

Ognuna di queste categorie ha le sue peculiarità e risponde a bisogni e interessi diversi nel mercato delle criptovalute. Questa diversità è uno dei motivi per cui il settore delle criptovalute è così affascinante e in continua evoluzione.

Perché investire in criptovalute

Investire in criptovalute rappresenta un’opportunità unica, grazie alla portata innovativa di questo settore. 

La tecnologia blockchain, su cui si basano le criptovalute, ha il potenziale di rivoluzionare non solo il settore finanziario, ma anche numerosi altri campi, offrendo trasparenza, sicurezza e decentralizzazione. Questi aspetti sono considerati rivoluzionari e possono portare cambiamenti significativi nel modo in cui vengono gestiti dati e transazioni.

La crescita del mercato delle criptovalute, sebbene accompagnata da volatilità, ha mostrato trend in rapida espansione, attrattiva per coloro che cercano opportunità in un settore emergente con potenziali rendimenti elevati. 

L’aggiunta di criptovalute a un portafoglio di investimenti può anche offrire un interessante livello di diversificazione, data la loro performance non strettamente correlata a quella degli asset tradizionali.

Il carattere giovane e dinamico del mercato delle criptovalute è un altro fattore che attrae gli investitori. Nuove criptovalute, innovazioni nella tecnologia blockchain, lo sviluppo di applicazioni come DeFi e NFT sono solo alcuni degli aspetti che mantengono il settore in continuo movimento, offrendo regolarmente nuove opportunità.

Infine, il crescente interesse normativo e legislativo nei confronti delle criptovalute potrebbe portare a una maggiore stabilità e legittimità del settore, rendendolo più attraente per un ampio spettro di investitori, inclusi quelli istituzionali. 

Tuttavia, se vuoi sapere come si fanno i soldi con le crypto, devi prima di tutto formarti e informarti: è importante ricordare che investire in criptovalute comporta rischi, tra cui quello di imbattersi in un’alta volatilità e in sfide legate alla sicurezza delle piattaforme di scambio. Pertanto, è consigliabile procedere con cautela e valutare l’opportunità di consultare un esperto finanziario.

Come comprare criptovalute

Come iniziare ad investire in criptovalute? Tutto parte dal possesso. L’acquisto di criptovalute si svolge principalmente attraverso piattaforme di trading online, conosciute anche come exchange di criptovalute.

 Queste piattaforme fungono da intermediari tra acquirenti e venditori, permettendo agli utenti di scambiare criptovalute con altre valute digitali o tradizionali. 

Ecco una panoramica del loro funzionamento:

  1. Registrazione e verifica dell’identità. Per iniziare, devi creare un account sulla piattaforma scelta. Questo processo include solitamente la verifica dell’identità (KYC – Know Your Customer), per conformarsi alle leggi anti-riciclaggio.
  2. Deposito di fondi. Dopo aver completato la registrazione, devi depositare fondi sul tuo account. Questo può essere fatto tramite bonifico bancario, carta di credito/debito, o tramite altre criptovalute.
  3. Negoziazione. Una volta depositati i fondi, puoi iniziare a comprare, vendere o scambiare criptovalute. Le piattaforme offrono diverse modalità di trading, come il trading spot, il trading a margine, e talvolta opzioni e future. Esistono anche modalità di scambio rapido con cui semplicemente convertire gli euro depositati nella criptovaluta desiderata. 
  4. Prelievo e custodia. Dopo aver acquistato le criptovalute, puoi scegliere di tenerle nell’exchange o trasferirle in un portafoglio (wallet) privato per maggiore sicurezza.

Ti consigliamo di scegliere la piattaforma da utilizzare tra i migliori exchange crypto sul mercato. Per scegliere la piattaforma giusta, è fondamentale monitorare questi aspetti:

  • Crittografia e sicurezza dei dati. Una piattaforma affidabile deve utilizzare tecnologie di crittografia avanzate per proteggere i dati degli utenti e le transazioni.
  • Autenticazione a due fattori (2FA). Questa funzione aggiunge un ulteriore livello di sicurezza al processo di accesso.
  • Fondi in custodia (cold storage). Gli exchange affidabili conservano una grande parte dei fondi dei clienti in “cold storage”, ovvero wallet non connessi a Internet, per ridurre il rischio di furti digitali.
  • Compliance regolatoria. Le piattaforme serie aderiscono alle normative finanziarie locali e internazionali, il che può fornire un’ulteriore garanzia di affidabilità.
  • Assicurazione dei fondi. Alcuni exchange offrono assicurazioni sui depositi, proteggendo così i fondi degli utenti in caso di hacking o fallimenti della piattaforma.
  • Trasparenza e reputazione. È importante valutare la reputazione dell’exchange, controllando recensioni online, la trasparenza delle loro operazioni, e l’esperienza del team di gestione.

Prima di scegliere una piattaforma, è consigliabile effettuare ricerche approfondite, considerando altri fattori come le commissioni, la facilità d’uso, il supporto clienti, e le criptovalute disponibili. 

Ricorda che investire in criptovalute comporta rischi, quindi è fondamentale procedere con cautela e acquisire una buona conoscenza del settore.

Dove conservare le criptovalute

Conservare le criptovalute in modo sicuro è fondamentale per proteggere i tuoi investimenti. Esistono diverse tipologie di wallet crypto, ognuna con le proprie caratteristiche. 

Le categorie principali in cui possiamo dividere i wallet crypto sono i cold wallet e gli hot wallet, e entro queste categorie ci sono varie tipologie come wallet mobile, hardware wallet e web wallet. Ecco una spiegazione di ciascuno:

  • Cold Wallet. I cold wallet sono dispositivi di conservazione offline per criptovalute, considerati tra i metodi più sicuri perché riducono al minimo il rischio di attacchi informatici.
  • Hot Wallet. Gli hot wallet sono connessi a Internet e quindi più accessibili ma meno sicuri rispetto ai cold wallet, a causa della loro esposizione a potenziali attacchi online.
  • Hardware Wallet. Questi dispositivi fisici (simili a pen drive USB) conservano le chiavi private in modo sicuro offline. Esempi popolari sono Ledger Nano S e Trezor.
  • Paper Wallet. Un paper wallet è un documento fisico che contiene tutte le informazioni necessarie per generare le chiavi private di criptovalute. Si tratta di una forma estremamente sicura di cold storage, ma richiede cautela nella conservazione e gestione.
  • Wallet Mobile. Questi wallet sono app installate sul tuo smartphone. Sono convenienti per l’uso quotidiano e per effettuare pagamenti con criptovalute. Un esempio è Trust Wallet.
  • Web Wallet. Questi wallet sono accessibili attraverso un browser web e permettono di gestire facilmente le criptovalute senza dover scaricare o installare software specifici. Sono molto comodi per transazioni rapide e per accedere alle criptovalute da qualsiasi dispositivo connesso a Internet. Esempi di web wallet includono MyEtherWallet e MetaMask.
  • Desktop Wallet. Sono applicazioni scaricate e installate sul tuo computer. Offrono un buon equilibrio tra accessibilità e sicurezza. Un esempio è Exodus.

La scelta tra cold wallet e hot wallet dipende dall’uso che prevedi di fare delle tue criptovalute e dal livello di sicurezza che desideri. Per grandi quantità di criptovalute che non prevedi di usare frequentemente, un cold wallet è la scelta migliore. Per l’uso quotidiano o per piccole quantità, un hot wallet può essere più pratico. 

È sempre consigliato distribuire i tuoi asset in diversi tipi di wallet per massimizzare la sicurezza e l’accessibilità.

Le criptovalute sono legali in Italia? 

Le criptovalute sono legali in Italia. Non sono riconosciute come moneta ufficiale, ma possono essere utilizzate per transazioni e investimenti. Tuttavia, il loro utilizzo e la loro regolamentazione sono oggetto di un monitoraggio crescente da parte delle autorità italiane.

In Italia, i guadagni derivanti dal trading di criptovalute sono soggetti a tassazione. Anche questo è una conferma della loro legalità. 

Le normative fiscali considerano i guadagni da criptovalute come redditi diversi e quindi imponibili. Gli investitori sono tenuti a dichiarare i profitti realizzati nell’ambito delle loro tasse annuali. È importante tenere traccia di tutte le transazioni per calcolare accuratamente eventuali guadagni o perdite.

Anche gli exchange di criptovalute operanti in Italia sono soggetti a normative specifiche. Devono conformarsi alle leggi anti-riciclaggio di denaro (AML) e alle procedure di “Conoscere il proprio cliente” (KYC), per questo richiedono la verifica dell’identità degli utenti. Questo aiuta a prevenire attività illegali come il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo. 

Gli exchange devono anche segnalare determinate transazioni “sospette” alle autorità finanziarie italiane e soprattutto devono essere iscritti al registro per gli operatori di valute virtuali detenuto dall’OAM (Organismo Agenti e Mediatori). 

Si tratta di una regolamentazione in continua evoluzione. È bene rimanere informati sulle ultime normative e aderire ai requisiti fiscali. In caso di dubbi, è consigliabile consultare un consulente fiscale esperto in criptovalute per assicurarsi di essere in regola con le normative vigenti.

Rischi delle criptovalute

Investire in criptovalute può offrire opportunità significative, ma comporta anche diversi rischi. Ecco un elenco dei principali rischi delle criptovalute:

  • Volatilità. Le criptovalute sono notoriamente volatili. Il loro valore può variare drasticamente in brevissimo tempo, portando a potenziali grandi guadagni ma anche a perdite significative. Questa volatilità può essere alimentata da diversi fattori, tra cui speculazioni di mercato, variazioni normative e sviluppi tecnologici.
  • Rischio di truffe. Il settore delle criptovalute è stato terreno fertile per molti tipi di truffe, tra cui schemi Ponzi, frodi di ICO (Initial Coin Offerings), hack di exchange e wallet, e truffe relative agli investimenti. È importante esercitare una dovuta diligenza e essere cauti con le offerte che sembrano troppo belle per essere vere.
  • Perdita di accesso. Se perdi le chiavi private del tuo wallet di criptovalute, non c’è modo di recuperare l’accesso ai tuoi fondi. Questo caso contrappone le crypto ai sistemi bancari tradizionali dove esistono misure per recuperare l’accesso al tuo account.
  • Rischio normativo. Il quadro normativo per le criptovalute è ancora in fase di sviluppo in molti paesi. Cambiamenti improvvisi nelle leggi e nelle regolamentazioni possono influenzare il valore delle criptovalute o limitare la loro utilità.
  • Problemi tecnici e hack. Essendo basate su tecnologia, le criptovalute sono soggette a rischi tecnici, inclusi bug software e vulnerabilità di sicurezza. Anche se la tecnologia blockchain è generalmente sicura, altre parti del sistema crypto, come gli exchange e i wallet, possono essere vulnerabili agli attacchi.
  • Rischio di liquidità. In alcuni casi, potresti avere difficoltà a convertire le tue criptovalute in contanti o altre valute, specialmente se stai trattando con criptovalute meno conosciute o con bassi volumi di scambio.
  • Rischio di mercato. Come per ogni investimento, esiste il rischio che il valore delle criptovalute possa diminuire. I mercati delle criptovalute possono essere influenzati da una varietà di fattori globali, comprese le dinamiche economiche e le tendenze del settore tecnologico.

Investire in criptovalute richiede un’attenta valutazione dei rischi e una buona comprensione del mercato. È consigliabile diversificare gli investimenti e non investire più di quanto si è disposti a perdere. Inoltre, mantenere una costante attenzione alle tendenze di mercato e alle evoluzioni normative può aiutare a navigare in questo settore dinamico.

Proteggersi dalle truffe in criptovalute

Proteggersi dalle truffe nel mondo delle criptovalute richiede prudenza e informazione. 

Un tipo comune di truffa è il phishing, dove i truffatori cercano di ottenere le tue informazioni personali, come le chiavi private del wallet, attraverso e-mail o siti web falsi. È fondamentale verificare sempre la fonte di qualsiasi comunicazione e non fornire mai dati sensibili. 

Inoltre, sii scettico riguardo alle offerte che sembrano troppo belle per essere vere, come guadagni garantiti o rendimenti elevati con basso rischio. Questi sono spesso segnali di schemi Ponzi o altre frodi. 

Prima di investire in ICO o progetti nuovi, effettua ricerche approfondite, leggi recensioni e cerca informazioni sull’azienda e sul suo team.

Utilizza solo exchange e wallet affidabili e considera l’uso di autenticazione a due fattori per un ulteriore livello di sicurezza. 

La cautela e l’informazione sono i tuoi migliori strumenti per navigare con sicurezza nel mondo delle criptovalute.

Conclusioni

Abbiamo esplorato in modo approfondito il mondo delle criptovalute. Abbiamo analizzato cosa sono le crypto e come funzionano, come utilizzarle, acquistarle, custodirle e proteggersi dalle truffe. 

Questo settore, affascinante e in continua evoluzione, offre molte opportunità, ma è anche caratterizzato da una notevole volatilità e tanti rischi

Pertanto, raccomandiamo sempre prudenza e un’attenta valutazione prima di intraprendere investimenti in criptovalute. Ricorda che un’informazione accurata e una strategia ponderata sono essenziali in questo ambito finanziario dinamico.

HOT TOPIC

Articoli correlati

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!