Altcoin: cosa sono e come investire

Tutto sulle criptovalute alternative a Bitcoin
Altcoin cosa sono
Indice

Le altcoin rappresentano una componente importante e sempre più rilevante del mondo delle criptovalute. Queste valute digitali, alternative al Bitcoin, offrono un ampio spettro di opportunità e sfide per gli investitori. 

In questa guida, vedremo in dettaglio cosa sono le altcoin, come si possono distinguere le opportunità di investimento più promettenti e quali strategie adottare per fare trading con le alts, vi accompagneremo attraverso tutto ciò che c’è da sapere per investire in altcoin. 

Cosa sono le altcoin

Le altcoin, termine nato dalla fusione delle parole “alternative” e “coin“, sono criptovalute che si presentano come alternative al Bitcoin, la prima e più famosa criptovaluta. Nate con l’obiettivo di migliorare o diversificare le caratteristiche e le funzionalità offerte dal Bitcoin, le altcoin coprono una vasta gamma di utilizzi, da semplici mezzi di pagamento fino a servire per complesse applicazioni decentralizzate (dApps). 

Alcune mirano a essere più efficienti dal punto di vista energetico rispetto a Bitcoin, altre offrono maggiore privacy o sono specificamente progettate per determinati settori o applicazioni. 

In definitiva, le altcoin servono a esplorare nuove frontiere della tecnologia blockchain e a soddisfare esigenze diverse da quelle coperte da Bitcoin.

Come funzionano le altcoin

Abbiamo detto che le altcoin sono alternative a Bitcoin, ma con la regina delle criptovalute condividono la stessa tecnologia: la blockchain, per garantire sicurezza e decentralizzazione. 

Mentre Bitcoin viene minato tramite un meccanismo di consenso che si chiama Proof-of-Work, non tutte le altcoin utilizzano questo meccanismo di consenso per essere create e gestite. 

Alcune altcoin, come Litecoin (LTC) e Dogecoin (DOGE), sono minabili proprio come Bitcoin, il che significa che nuove monete possono essere create attraverso il processo di mining, dove i partecipanti utilizzano la potenza di calcolo per validare transazioni e generare nuovi blocchi. 

Altre altcoin, invece, come Ethereum (ETH), Solana (SOL) o Cardano (ADA) utilizzano un meccanismo di consenso che si chiama o si basa sulla Proof-of-Stake: niente calcoli, per convalidare le transazioni gli utenti mettono “in stake” cioè in blocco, una predeterminata quantità di token, ricevendo altri token come ricompensa. 

Altre criptovalute adottano un approccio non minabile, come le stablecoin ancorate a valute fiat o beni fisici, dunque vengono prodotte in quantità pari al sottostante fisico che le rappresenta. È il caso di Tether (USDT) o USD Coin (USDC). 

Alcune criptovalute, invece, prevedono un numero fisso di monete già emesse al momento del lancio, come nel caso di XRP

Questo variegato panorama di meccanismi di emissione e gestione rispecchia la diversità di obiettivi e funzionalità che le altcoin si propongono di raggiungere, rendendo il mercato delle criptovalute estremamente dinamico e in continua evoluzione. 

Pro e contro delle Altcoin

Pro delle AltcoinContro delle Altcoin
DiversificazioneVolatilità
InnovazioneLiquidità
AccessibilitàRischi di sicurezza
Potenziale di rendimentoComplessità
Partecipazione a nuovi ecosistemi

Tra i vantaggi, le altcoin rappresentano una via di diversificazione per gli investitori che cercano di espandere il loro portafoglio oltre Bitcoin, offrendo accesso a una vasta gamma di innovazioni tecnologiche e nuovi use case. Questa varietà non solo spinge il settore delle criptovalute verso nuove frontiere ma rende anche le altcoin particolarmente accessibili per gli investitori al dettaglio, grazie a valutazioni per unità spesso più basse. 

Inoltre, il potenziale di rendimento di alcune altcoin, che in certi periodi hanno superato quello del Bitcoin, insieme alla possibilità di partecipare direttamente a nuovi ecosistemi blockchain e applicazioni decentralizzate, rappresenta una forte attrattiva per chi è alla ricerca di opportunità di crescita esponenziale.

Dal lato opposto, ci sono alcuni svantaggi da considerare negli investimenti in altcoin. Le altcoin sono soggette a una volatilità significativa, rendendo gli investimenti potenzialmente più rischiosi rispetto al Bitcoin. La liquidità inferiore di molte di queste valute digitali può complicare l’ingresso e l’uscita dalle posizioni, mentre la sicurezza di progetti meno affermati o con minori risorse può essere una preoccupazione. 

In aggiunta, la costante evoluzione e la complessità del mercato delle altcoin richiedono agli investitori un impegno costante per rimanere informati e capaci di destreggiarsi un ambiente così dinamico e in rapido cambiamento.

Quanti tipi di altcoin esistono

Bitcoin è nato come metodo di pagamento, ma si sta diffondendo anche come mezzo di investimento. Le altcoin invece hanno utilizzi diversi. Vediamo dunque quali sono le tipologie di altcoin più diffuse nel mercato crypto. 

  • Stablecoin. Le stablecoin sono criptovalute dal prezzo stabile, il cui valore è ancorato a quello di asset come il dollaro statunitense, l’oro o altre valute fiat. Questa correlazione mira a minimizzare la volatilità, rendendole una scelta popolare per transazioni quotidiane, risparmio, o come porto sicuro durante periodi di turbolenza del mercato.
  • Utility Token. Gli utility token offrono accesso a servizi o funzionalità all’interno di un particolare ecosistema blockchain. Possono essere utilizzati per pagare commissioni, accedere a funzionalità esclusive o incentivare comportamenti specifici all’interno dell’ecosistema, fungendo da “gettone” per servizi o risorse digitali.
  • Security Token. I security token rappresentano un investimento in un asset reale o in un’entità aziendale e sono soggetti a regolamentazioni finanziarie. Promettono diritti proprietari, come dividendi, interessi o una quota nei profitti, collegando il mondo delle criptovalute con quello della finanza tradizionale.
  • Governance Token. I governance token danno ai detentori il diritto di partecipare alle decisioni riguardanti l’evoluzione di un progetto crypto, come modifiche al protocollo o allocazioni di fondi. Questi token sono diffusi nelle piattaforme decentralizzate (DEX), promuovendo un modello di governance partecipativa.
  • Privacy Coin. Le privacy coin sono progettate per garantire transazioni completamente anonime, mascherando le informazioni sul mittente, sul destinatario e sull’ammontare trasferito. Queste criptovalute si rivolgono a utenti che richiedono un elevato livello di privacy nelle loro transazioni online.
  • Memecoin. Le memecoin sono un tipo particolare di criptovaluta nate spesso da fenomeni internet o meme popolari. Sebbene inizialmente non fossero pensate per scopi seri o come investimenti a lungo termine, alcune memecoin hanno guadagnato popolarità e valore grazie a una comunità attiva e a campagne di marketing virali. Il loro prezzo può essere estremamente volatile, influenzata da fattori sociali e promozionali più che da fondamentali tecnici o economici.
  • AI Token. Gli AI token sono criptovalute legate a progetti che utilizzano l’intelligenza artificiale per migliorare le operazioni blockchain, sviluppare nuovi servizi o ottimizzare l’efficienza di sistemi esistenti. Questi token rappresentano l’intersezione tra la tecnologia blockchain e l’IA, offrendo un potenziale unico per innovazioni e applicazioni nel settore delle criptovalute e oltre.

Le migliori altcoin sul mercato

Quali sono le altcoin migliori? Per rispondere a questa domanda faremo riferimento alla classifica per capitalizzazione di mercato aggiornata al marzo 2024. 

Secondo Coinmarketcap, dietro Bitcoin, queste sono le migliori altcoin, -ella top 5:

  • Ethereum (ETH). Ethereum è una piattaforma blockchain decentralizzata che consente la creazione di smart contract e applicazioni decentralizzate (dApps). 
  • Tether (USDT). Tether è la stablecoin più utilizzata al mondo, ancorata 1:1 al dollaro statunitense. Offre la stabilità delle valute fiat con la flessibilità e la velocità delle transazioni crypto.
  • Solana (SOL). Solana si distingue per la sua incredibile velocità di elaborazione e bassi costi di transazione, grazie alla sua innovativa architettura blockchain che combina il Proof of History con il Proof of Stake. Questo la rende una piattaforma attraente per sviluppatori di dApps e progetti DeFi.
  • BNB (Binance Coin). Originariamente lanciata come token per l’exchange Binance, BNB ha un vasto utilizzo dentro la piattaforma per pagamenti di servizi, partecipazione a token sale esclusivi e transazioni a tariffe scontate su Binance.

Altre altcoin degne di nota che non rientrano nella top 5 per market cap ma sono importanti per il settore sono Cardano (ADA), noto per il suo approccio scientifico e la ricerca peer-reviewed nella costruzione del suo blockchain, Polkadot (DOT), che mira a migliorare l’interoperabilità tra diverse blockchain, e Chainlink (LINK), un progetto focalizzato sulla fornitura di oracoli decentralizzati per portare dati esterni alle blockchain in modo sicuro e affidabile. 

Come investire in altcoin

Investire in altcoin richiede una buona dose di ricerca e pianificazione, soprattutto per chi si avvicina per la prima volta al mondo delle criptovalute. Innanzitutto, è fondamentale informarsi sulle diverse altcoin disponibili, comprendendo i loro progetti, la tecnologia sottostante e le potenzialità di crescita. È consigliato leggere il whitepaper, informarsi sul team che ha fondato il progetto, seguire le comunicazioni su social e altri canali ufficiali, confrontarsi con la community. 

Un approccio consigliato è iniziare con piccoli investimenti in criptovalute consolidate, come Ethereum o Solana, per poi esplorare opportunità in progetti emergenti con alto potenziale. 

È importante anche diversificare il proprio portafoglio per mitigare i rischi, distribuendo gli investimenti in diverse criptovalute piuttosto che concentrarsi su un unico asset. 

La gestione del rischio è un altro aspetto fondamentale, che si può attuare impostando limiti di perdita accettabili e non investendo mai denaro che non si può permettere di perdere. 

Il mercato delle criptovalute è altamente volatile: è importante non lasciarsi prendere dal panico in momenti di cali o dalla FOMO (Fear of Missing Out) in momenti di euforia. Ogni investimento in altcoin deve essere frutto di un ragionamento e di una strategia. 

Infine, l’educazione continua è essenziale: seguire aggiornamenti, analisi di mercato e partecipare attivamente alle discussioni all’interno della comunità di criptovalute può fornire preziosi insight e strategie di investimento.

Scopri come diventare uno vero  stratega degli investimenti crypto grazie ad uno strumento potentissimo: la tua mente. Con queste informazioni potrai fare il salto di qualità che ti serve.

Dove comprare altcoin

Per acquistare altcoin, gli investitori possono rivolgersi ai migliori exchange di criptovalute o broker crypto. Gli exchange, come Binance, Coinbase o Kraken, offrono una vasta gamma di altcoin e sono la scelta preferita per chi cerca accesso diretto a diverse criptovalute. Per iniziare, è necessario creare un account, completare il processo di verifica dell’identità (KYC) e depositare fondi, che possono essere in valuta fiat (come euro o dollari) o altre criptovalute. Sugli exchange sono anche possibili altri tipi di investimenti per generare rendimenti passivi, come lo staking.

I broker crypto, invece, agiscono come intermediari, offrendo un’interfaccia più semplice e potrebbero essere più adatti ai principianti in quanto sono più vicini a strumenti di finanza tradizionale. Permettono di negoziare in CFD, contratti che replicano il valore delle criptovalute che rappresentano, senza possedere direttamente la criptovaluta. 

Anche in questo caso, la registrazione e la verifica sono passaggi obbligatori. Indipendentemente dalla scelta, è importante selezionare piattaforme affidabili, in linea con le leggi italiane e con buone misure di sicurezza per proteggere i propri investimenti.

Il futuro: altcoin season in arrivo?

La cosiddetta altseason, o stagione delle altcoin, è un periodo nel mercato delle criptovalute caratterizzato da significativi guadagni nei prezzi delle altcoin rispetto a Bitcoin. Questo fenomeno si verifica quando gli investitori iniziano a spostare il capitale da Bitcoin verso le altcoin, spesso in cerca di maggiori rendimenti. L’altseason può essere guidata da vari fattori, tra cui l’adozione diffusa di specifiche tecnologie blockchain, il successo di particolari progetti di altcoin o un generale aumento dell’interesse verso il mercato delle criptovalute al di là del Bitcoin.

Quando arriva l’altseason? Difficile prevederlo ma alcuni segnali sono inequivocabili:

  • Calo della dominance di Bitcoin, che si verifica quando la percentuale totale della capitalizzazione di mercato rappresentata da Bitcoin diminuisce a favore delle altcoin. 
  • Aumento del volume di scambi delle altcoin, che suggerisce un crescente interesse e un maggior coinvolgimento degli investitori.
  • Incremento nell’adozione e nel lancio di nuovi progetti blockchain innovativi 

Infine, un miglioramento generale del sentiment del mercato, spesso riflesso di un aumento dei prezzi delle principali criptovalute e da una maggiore copertura mediatica, può anticipare l’inizio di un’altseason. 

Monitorare questi segnali può aiutare gli investitori a posizionarsi strategicamente prima che il fenomeno prenda pienamente piede.

Attualmente la dominance di Bitcoin risulta costante abbondantemente sopra il 50%, ma ci sono progetti che si stanno facendo notare e che potrebbero essere protagonisti di una altseason:

  • Ethereum vive l’euforia legata all’aggiornamento della rete e alla possibile approvazione di un ETF spot; 
  • Solana sta vivendo un momento di entusiasmo con il crescente uso della sua rete, in particolare per il lancio di nuove memecoin. 
  • Proprio le memecoin stanno catalizzando l’attenzione, alcune delle quali hanno visto guadagni vertiginosi ma sono anche soggette ad estrema volatilità. 

Attenzione agli scam

Nel mercato crypto attualmente ci sono oltre 2,4 milioni di altcoin. In questo panorama che sembra sconfinato, è fondamentale saper distinguere i progetti che meritano un investimento da quelli da cui stare alla larga. 

Riconoscere le altcoin serie da quelle potenzialmente fraudolente è fondamentale per investire in sicurezza. Una delle prime misure da adottare è condurre una ricerca approfondita sul progetto dietro la criptovaluta, valutandone la trasparenza, la qualità e la fattibilità. È fondamentale esaminare il white paper dell’altcoin per capirne gli obiettivi, le soluzioni proposte e la tecnologia sottostante.

Verificare la competenza e l’affidabilità del team di sviluppo è altrettanto importante; un team con un forte background e una buona reputazione nel settore aumenta la credibilità del progetto. Prestare attenzione alla comunicazione e alla presenza sui social media può fornire indizi sulla serietà e l’impegno del team, così come verificare l’esistenza di una community attiva e coinvolta può essere un segnale positivo. 

Infine, analizzare il comportamento del mercato dell’altcoin, come variazioni di prezzo inspiegabili o volumi di scambio anormalmente alti, può indicare manipolazioni di mercato. Attenendosi a queste pratiche, gli investitori possono aumentare le loro probabilità di identificare investimenti validi e ridurre il rischio di incappare in truffe.

Conclusioni

Abbiamo esplorato il mondo delle altcoin, dal loro significato e funzionamento fino ai consigli su come investire saggiamente e riconoscere le opportunità autentiche da quelle rischiose. L’investimento in altcoin richiede conoscenza, cautela e una costante volontà di apprendere. 

Vi invitiamo a condividere le vostre esperienze e lezioni apprese nella nostra community di TradingOn, dove insieme possiamo scambiare consigli e strategie, e crescere come investitori in un ambiente di supporto e conoscenza condivisa.

La community più ambita da tutti i crypto trader italiani.
All’interno dell’Academy troverai centinaia di traders esperti nel settore crypto, analisi tecniche, signals e molto altro ancora.

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!