Bitcoin, fallito l’attacco alla resistenza dei $46.000

Giornata di forte volatilità ma da un punto di vista tecnico nulla è cambiato.
Bitcoin resistenza
Indice

Oggi giornata di forte ribasso per i mercati delle crypto, soprattutto per Bitcoin, ma soprattutto giornata di volatilità, perché i prezzi sono ritornati ai livelli di due giorni fa, annullando i rialzi che erano avvenuti nella giornata dell’1 e 2 gennaio.

Analisi tecnica Bitcoin

Il prezzo di Bitcoin si è riposizionato in questo momento intorno ai 42.700 dollari dopo uno scivolone che addirittura è arrivato a 40.300 dollari circa, andando a liquidare una serie di posizioni long aperte sui derivati e un po’ riequilibrando l’ago della bilancia che era sbilanciato apertamente verso il lato dei long.

Da un punto di vista tecnico, se guardiamo il grafico daily di Bitcoin è evidente che il ritorno sui prezzi centrali sancisce che il tentativo di breakout dei livelli di 46.000 dollari, livello più volte indicato come la super resistenza di Bitcoin, non è andato a buon fine.

Il mercato è stato respinto: Bitcoin è ritornato quindi ai livelli di prezzo intorno ai 43.000 dollari, che aveva mantenuto per circa tutto il mese di dicembre, dal 5 dicembre fino appunto all’1 di gennaio del nuovo anno 2024.

Il livello di supporto da monitorare

Ora Bitcoin con questo brusca reazione si riporta quindi nuovamente al centrocampo e deve ripristinare un nuovo attacco alla zona di resistenza importantissima dei 46.200-46.500 dollari.

Attenzione solo ed esclusivamente alla perdita del livello di supporto intorno ad area 40.000 dollari, che, se perso, scatenerebbe un panic selling e indicherebbe che il mercato potrebbe raggiungere anche i livelli di 38.000 dollari con buona probabilità.

Quindi fintanto che i 40.000-40.100 dollari reggono come livello di supporto nulla cambia da un punto di vista tecnico, cioè sostanzialmente il trend resta esattamente lo stesso dei giorni scorsi. Lo si evince anche dal fatto che la candela di oggi in questo momento sta anche recuperando, dopo lo scivolone intorno a 40.000, portandosi in zona 43.000. È il segno, appunto, che c’è stata solo una importante volatilità ma che da un punto di vista di trend tecnico non è cambiato niente.

Cosa aspettarsi

Attendiamo quindi la chiusura della giornata di oggi che è veramente molto importante e soprattutto i prossimi 2-3 giorni che teoricamente dovrebbero essere giornate di scarsa volatilità, cioè giornate di congestione perché dopo lo sbalzo di oggi, di solito i mercati poi si riposizionano e quindi fanno alcune giornate di tranquillità, di riposo.

I livelli restano sempre gli stessi: al momento il livello di supporto importante è a 40.000 dollari, la resistenza da battere, senza ombra di dubbio, che ha scatenato questa fase ribassista, è e rimane 46.200 dollari.

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!