Bitcoin, c’è la possibilità di una similitudine con un ciclo di halving precedente

Bitcoin Monday: il calendario macroeconomico e l'analisi del mercato crypto con una interessante possibilità
Bitcoin ciclo halving
Indice

C’è una ripresa per quanto riguarda Bitcoin ed è di nuovo ad un livello di resistenza molto importante, un’area importantissima, ma soprattutto questa fase rialzista è stata molto influenzata dagli ETF. 

C’è una struttura di analisi ciclica che riguarda uno dei cicli dell’halving precedente che riproponiamo qui, andiamo a vedere dove siamo, quanto tempo manca, perché se c’è questa similitudine con il ciclo di un halving precedente, c’è anche una possibilità che si possa assistere ad una fase di Pump and Dump proprio nelle prossime settimane. 

I dati economici della settimana

Partendo dalle news della settimana in termini macroeconomici, la questione della scorsa settimana è stata tutta incentrata sul tasso di inflazione. 

Calendario macro economico

Nella giornata di domani ci sarà un discorso del presidente della BCE Lagard e poi attesa ovviamente i verbali della riunione del FOMC che saranno il mercoledì 22 di maggio, poi c’è giovedì 23 maggio, la richiesta dei sussidi di disoccupazione. Questa volta potrebbe essere importante andarle a valutare perché se dovessero essere estremamente diverse dalle attese potrebbe essere un altro segnale di legame con la questione recessiva, questo perché abbiamo visto la fiducia dei consumatori calare nella scorsa rilevazione quindi è importante magari riandare a vedere dei dati che sono collegati tra loro. 

Quindi questi sono i dati principali, soprattutto la riunione del i verbali della riunione del Ponk, saranno importanti per ribadire più o meno quello che i mercati della scorsa settimana hanno visto cioè sostanzialmente la questione che l’inflazione è controllata, non va malissimo, e l’attesa nuovamente di un ribasso dei tassi di interesse verso la fine dell’anno. 

Se si mantiene questo mood per quanto riguarda i mercati finanziari Bitcoin e le crypto ne beneficeranno, soprattutto Bitcoin, perché abbiamo visto anche Ethereum salire ma comunque restare al palo rispetto a Bitcoin anche la scorsa settimana. 

Nasdaq 100

Vediamo intanto il Nasdaq 100 che sta superando i suoi massimi storici, proprio con la candela di oggi. Qui, tra le altre cose per gli amanti dell’analisi ciclica, è iniziato un ciclo semestrale di Nasdaq 100, quindi andiamo verso i massimi storici e anche i massimi di questa struttura ciclica annuale. 

Attenzione a sottovalutare questa fase ciclica perché in particolar modo è la più collegata all’attuale momento, quindi è molto interessante andare a vedere se effettivamente questo trend di Nasdaq possa essere mantenuto anche verso la fine dell’anno, mentre invece una chiusura annuale di Nasdaq potrebbe in effetti anche essere indicativa di un ingresso in buy the dip perché il lancio di un nuovo ciclo annuale da questo punto in poi con la coincidenza della taglio dei tassi potrebbe indicare proprio il momento preciso dell’inizio della politica di allentamento del tasso di interesse della Fed, di cui ovviamente i mercati classici ne beneficeranno così come i mercati delle cripto.

Bitcoin interdipendente dagli ETF: è un bene o un male?

Andiamo a vedere la questione invece legata agli ETF. Bitcoin è totalmente manovrato in pratica dalle emissioni di liquidità degli ETF, mentre il mercato crypto invece è lasciato in solitario. Quindi i movimenti del mercato crypto ci sono per effetto riflessivo ma è un po’ abbandonato a se stesso. L’alt season deve venire dall’interno e soprattutto, più o meno da giugno in poi.

In pratica Alt Season Sì, Alt Season No? Al momento ancora non ce n’è, anche se le crypto stanno salendo un po’ ognuna sparsa per i fatti suoi, quindi in generale non vanno male però non c’è neanche questa Alt season. Soprattutto la regina delle crypto che è Ethereum non sta performando. Tra l’altro è attesa in questa settimana la questione legata all’ ETF, probabilmente non sarà approvato, almeno i mercati dicono così. Se ci dovesse essere un’approvazione sarebbe uno shock incredibile di prezzo, perché su Ethereum non è in questo momento prezzato l’approvazione dell’ETF spot, qualora dovesse avvenire una cosa del genere scioccherebbe i mercati e questo causerebbe un’impennata enorme di prezzo di ETH.

ETH Ethereum possiamo sfruttare questa cosa?

Forse una operazione di trading speculativa potrebbe essere proprio quella di fare un buy il giorno del 23 di maggio in cui si discute appunto sulla questione dell’approvazione dell’ETF perché in questo caso, qualora non dovesse essere approvato, è già scontato, qualora invece dovesse esserci qualcosa sull’approvazione dell’ETF di Ethereum a quel punto potrebbe in effetti anche pompare alla grande. 

La proiezione su ETH: la probabilità di approvazione è dello 0,1% però se c’è ovviamente si potrebbe pure tentare tanto se non va, alla fine si perde poco probabilmente. perché la notizia è già scontata. Non sono consigli finanziari.

ETF Bitcoin stanno accumulando di nuovo?

AUM ETF Bitcoin

Nel grafico è stata messa la struttura in Bitcoin e non in dollaro perché in dollaro si vede di più questa fase rialzista in quanto abbiamo l’impatto dello stesso prezzo di Bitcoin in termini di AUM (Asset under Management). Qui invece si vede proprio l’impatto dei Bitcoin, in effetti da un punto in poi c’è stato un riaccumulo da partedegli ETF raccolti. 

Nella giornata del 3 di maggio era iniziata tutta questa fase di riaccumulo, poi abbiamo il 6, Poi abbiamo avuto 7, 8, 9, e 10 maggio di niente, poi abbiamo avuto 13, 14, 15, 16, e 17 maggio tutte fasi di accumulo verdi. Tutto il rendimento dell’anno 2024 è stato creato da questo influsso di ETF che ha portato il prezzo di Bitcoin da 42.000 addirittura 72.000 dollari. 

Analisi ciclica e previsioni di medio periodo per Bitcoin

Allora andiamo alla questione invece delle analisi di natura tecnica e ciclica, in particolar modo vediamo il grafico di Bitcoin a livello settimanale per comprendere anche la questione legata a due strutture, intanto la prima struttura ciclica di medio lungo periodo e la ripetitività di questo ciclo annuale corto.

Grafico settimanale Bitcoin

Da un punto di vista di ciclicità di medio lungo periodo qui teoricamente siamo in questa fase, ma poi dobbiamo comunque a breve andare a chiudere una struttura ciclica. 

Ora la domanda è sempre la stessa: se qui Bitcoin sta facendo un ciclo annuale classico da 440 giorni circa più o meno, allora ha ancora possibilità di star su per un po’ di tempo prima di andare a fare questa chiusura. Ma se sta cercando di ripetere il ciclo annuale precedente intorno ai 30 giorni e di questa cosa ancora non c’è spazio di saperlo perché fino a quando regge questo minimo, noi non possiamo dire che stiamo andando a fare una cosa del genere, a quel punto tra un po’ di giorni inizieremo ad assistere a questa fase di ribasso. 

A dire la verità sarebbe preferibile auspicabile questa zona qui questa fase qui piuttosto che l’altra, perché l’altra è vero lascerebbe spazio ad un nuovo massimo però sposterebbe in sostanza la fase ribassista più in là e che comunque dovrebbe a quel punto esserci in un modo del genere. Quindi è come se abbiamo preso una pausa ma poi la pausa la andiamo a rifare dopo questo guizzo che magari non sarà neanche così tanto significativo, magari un 7%-8%-10% rispetto ai precedenti massimi. Perciò se invece chiudiamo subito tutti i giochi poi magari abbiamo più tempo per fare questa fase di risalita. 

Bitcoin: devi essere pronmto a questa possibilità

La chiave di volta per capire una di queste due di di questi due scenari è il riavvicinamento di Bitcoin al tentativo di rompere il minimo, che sposta l’idea della ciclicità intorno ai 300 giorni come il ciclo precedente. Altrimenti se questo minimo non dovesse essere attaccato quindi non ci dovesse essere un tentativo di fare una cosa del genere, potremmo essere nel secondo scenario, quello che ci sposta verso la possibilità di avere i nuovi massimi. 

Ed è proprio attraverso questo scenario che introduciamo la serie storica importante di ciclicità dell’halving che riguarda l’anno 2017. 

Serie halving Bitcoin

Più volte nell’arco di questi mesi io mi sono espresso a favore del fatto che l’attuale fase di Bitcoin ciclica sia molto più vicina al ciclo dell’halving che avvenne tra il 2016 e il 2018 piuttosto che a quella invece precedente che abbiamo avuto. 

A volte i dati storici e le similitudini, bias cognitivi, eccetera, ci portano a dire che magari un ciclo passato possa essere ripetuto e ci dimentichiamo della storia. Ora, i mercati sono ciclici, è vero, ma non ripetono la storia in maniera precisa altrimenti sarebbero dei bancomat, ovviamente, però lasciano delle tracce. Questo ciclo attuale è molto più simile a quello del 2017, probabilmente sarà un po’ più corto di quello del 2017, ma si vede anche la

similitudine di comportamento. C’è una curva esponenziale che magari qui non avremmo però si vede la similitudine dei canali rialzisti a differenza di questo del 2020 che era estremamente variegato, anche qui c’era stato un hype e poi, anche escludendo diciamo la variabile della pandemia, c’era stato una struttura di di congestione molto lunga che non abbiamo per niente visto anche in questa zona. 

Quindi facciamo un giochino ciclico classico: quanto tempo è passato dai minimi della precedente fase rispetto all’attuale fase che noi stiamo vivendo. Siamo a 553 giorni. Quindi se andiamo a ragionare in questa struttura qui, quindi questa struttura ciclica ci lascia una informazione che è un’informazione abbastanza rilevante, cioè a livello di ripetitività rispetto ai cicli del 2017 noi siamo nel pieno di una fase di congestione che ha creato un minimo di partenza da cui poi è partito poi un ciclo nuovo. 

Questa fase di minimo Bitcoin In effetti in effetti la sta creando e potrebbe anche averla finita. L’idea di fondo è che siamo nella zona di creazione di un minimo dal quale poi è partito nel luglio 2016 fino alla fine del 2017 la struttura poi di fase finale della bull run. 

Qui in pratica abbiamo nuovamente una conferma di questi due scenari e dell’approccio corretto che noi abbiamo avuto finora, da inizio dell’anno perché da inizio dell’anno stiamo valutando questi due scenari e non ci hanno tradito in questo momento, infatti siamo riusciti a cavalcare tutta l’onda, tutta questa fase rialzista, e anche a stare al passo con questa fase correttiva perché avevamo detto che se avessimo fatto i massimi prima dell’ halving dopo andiamo in congestione, così è stato. 

Da qui nasce la domanda se continuano a pompare questi ETF perché ovviamente c’è di mezzo qualche fuga di notizia legata per esempio alla immissione di liquidità e quindi all’allentamento della politica monetaria da parte della Fed, a quel punto potremmo anche assistere in effetti ad una fase di ripresa

Attenzione perché voglio andare anche più a fondo: la successiva fase di declino avvenne sostanzialmente intorno al 700° giorno prima, e poi più brusca intorno al 770° giorno. Quindi in pratica è come se noi dovessimo andare a fare una fase di questo tipo e poi andare a chiudere la struttura ciclica sottostante. 

In pratica la struttura ciclica dei dati passati propende più per lo scenario 2, cioè quello che la fase ribassista sia finita, facciamo nuovi massimi e poi facciamo la chiusura del ciclo annuale più in là, che però è breve, non si vede nel 2017 perché era tutto pompato nel 2017. Qui magari si potrebbe vedere un po’ di più, però fatto sta che a livello ciclico c’è questa possibilità. 

Valutiamola e soprattutto è importante essere Long in questo momento. Anche volendo uscire poi da queste operazioni con uno stop leggero o una presa di profitto leggera siamo sempre in tempo. Risalire invece era difficile soprattutto se Bitcoin si sta spingendo a fare nuovi massimi quindi era meglio ed era molto importante esserci dentro prima per questo motivo.

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!