Bitcoin: devi assolutamente ricordarti questa cosa

Bitcoin: 90 giorni di nulla, eppure... non dimenticarti di questa cosa!
Indice

Bitcoin non ha mostrato segni di ripresa, il che, da un lato, è positivo, ma dall’altro è estenuante, con una fase di stallo di circa tre mesi caratterizzata da oscillazioni e una riduzione notevole della volatilità.

Questo indica che l’effetto degli ETF sta influenzando il mercato, segno anche di una maturità crescente del mercato delle criptovalute e dell’ingresso di investitori più grandi. Tuttavia, questa dipendenza dagli ETF è vista come eccessiva.

Nell’ultimo aggiornamento, si discute delle oscillazioni di Bitcoin in termini di volatilità e di alcuni eventi del calendario economico. La scorsa settimana, l’inflazione negli Stati Uniti è diminuita leggermente, ma il presidente della Federal Reserve, Powell, ha dovuto calmare gli animi eccessivamente ottimisti.

Bitcoin rimane ancora debole. Negli ultimi giorni, ha tentato di salire, ma questi rialzi sono stati completamente annullati dalla forte candela ribassista di oggi, che tuttavia non ha ancora rotto il minimo precedente.

Attento a questi dati macro per questa settimana

Questa settimana presenta diversi dati macroeconomici rilevanti. Martedì verrà pubblicato l’Indice dei Prezzi al Consumo (IPC) per l’Eurozona alle 11:00 ora italiana. Mercoledì gli Stati Uniti saranno chiusi, mentre giovedì saranno rilasciati i dati sui sussidi di disoccupazione per il 20 giugno. Venerdì sarà una giornata particolarmente importante, con la pubblicazione dell’Indice dei direttori d’acquisto e il report sulla politica monetaria della Federal Reserve.

La scorsa settimana ha visto dati sull’inflazione migliori delle attese, suggerendo una possibile riduzione più rapida dei tassi di interesse. Tuttavia, il presidente della Federal Reserve, Powell, ha ribadito che i tassi non saranno abbassati finché esistono rischi di un ritorno dell’inflazione e finché il mercato del lavoro rimane forte.

Powell ha chiarito che i tassi saranno ridotti solo se l’inflazione scenderà in modo consistente e duraturo, o se il mercato del lavoro mostrerà segnali di debolezza.

Per il mese di luglio, non sono previste riduzioni dei tassi, e la probabilità di una riduzione per settembre è diminuita. Una riduzione dei tassi potrebbe essere più accettabile da dicembre in poi, entro la fine dell’anno.

Quindi, la politica monetaria della Federal Reserve rimarrà stabile a meno di cambiamenti significativi nell’inflazione o nel mercato del lavoro.

Il grafico macro più importante

Il grafico più importante da osservare è quello dei titoli di stato ventennali degli Stati Uniti, attualmente in fase di chiusura di una struttura ciclica semestrale rialzista.

Questo grafico è fondamentale perché riflette le aspettative sui tassi di interesse: una riduzione consistente del grafico indica chiaramente un’aspettativa di riduzione dei tassi. Solo quando il grafico scenderà in modo significativo, si potrà prevedere una riduzione matematica dei tassi di interesse.

Questo grafico, influenzato principalmente dagli istituzionali e dalle banche centrali, mostra come le aspettative sui tassi di interesse si manifestano. Ad esempio, già nell’ottobre 2023 si è osservata una diminuzione del tasso di inflazione, seguita da una discesa del grafico.

Nell’ottobre 2022, sembrava che il grafico fosse fermo, per poi subire un’impennata a causa di un nuovo aumento dell’inflazione.

Il grafico, al momento, sembra trovarsi in una fase di congestione o distribuzione, ma è importante monitorarlo attentamente poiché non è ancora chiaro quale sarà la direzione futura dei tassi di interesse.

Bitcoin e gli ETF comandano il trend

Bitcoin e gli ETF stanno fortemente influenzando il trend del mercato. Le recenti giornate di ribasso sono state principalmente causate da una diminuzione dei flussi di Bitcoin, ma questa tendenza negativa sta rallentando. Il rapporto tra Bitcoin e gli ETF mostra chiaramente che l’andamento di Bitcoin è strettamente legato a questi strumenti di investimento.

Dall’introduzione degli ETF a gennaio, il mercato di Bitcoin ha visto un trend positivo. Questo è dovuto al fatto che i flussi positivi di investimento degli ETF hanno alimentato la fase rialzista.

Questo legame significa anche che il trend di Bitcoin dipende molto dall’andamento degli ETF.

Per vedere una nuova ripresa sostenibile del trend di Bitcoin, è necessario che si sganci da questa dipendenza unica dagli ETF e torni a essere influenzato dai mercati interni e dagli investitori retail.

Questi piccoli investitori sono quasi assenti dal mercato, il che limita la diversificazione delle fonti di investimento e rende Bitcoin più vulnerabile alle fluttuazioni legate agli ETF.

I Retail sono spariti dal mercato crypto?

I retail sono quasi del tutto spariti dal mercato delle crypto. La partecipazione, infatti, è limitata a poche persone strettamente interessate. Questo è normale poiché non siamo in una fase di distribuzione, ma in una fase di accumulo e crescita degli asset.

I retail di solito entrano nel mercato durante la fase di distribuzione, quindi è prevedibile che saranno più presenti nella fase finale del ciclo. La scarsa partecipazione dei retail è un indicatore che l’attuale situazione del mercato potrebbe essere semplicemente una fase di pausa prima di un ulteriore sviluppo.

Analisi ciclica

Bitcoin si trova in una fase critica della sua struttura ciclica. C’è ancora una possibilità che Bitcoin possa formare un nuovo ciclo mensile, parte del ciclo trimestrale, ma questa possibilità diminuisce con il passare del tempo.

La situazione attuale mostra che il ciclo mensile è già piuttosto lungo, essendo a metà del ciclo trimestrale, con 47 giorni trascorsi. Anche se il minimo non è stato raggiunto, potrebbe essere definito a breve con un rimbalzo nella giornata di domani.

Qualora Bitcoin continuasse a scendere, però, è probabile che il minimo del 31 maggio sia stato il punto di chiusura del ciclo mensile, indicando una struttura discendente verso la chiusura del ciclo trimestrale.

Se il trend non riprende presto, l’unica soluzione sarà chiudere il maxi ciclo annuale, possibilmente entro fine giugno/luglio o al massimo nella prima decade di agosto. Se il mercato non mostra un rialzo immediato, è improbabile che vi sia un’inversione positiva a breve termine. Un forte ribasso come quello di oggi (-2%) tende a indicare una mancanza di possibilità di ripresa immediata.

Il mercato di Bitcoin sta mostrando segnali di debolezza che peggiorano le aspettative di un rialzo a breve termine, a meno che non vi sia un’inversione significativa entro uno o due giorni.

Settimana fondamentale per l’analisi di lungo periodo

Il grafico a lungo periodo di Bitcoin mostra chiaramente una fase di consolidamento che dura da circa 90 giorni, iniziata l’11 marzo. Questa fase di trading range è caratterizzata da una ridotta volatilità rispetto alla precedente fase di congestione del 2023, che aveva oscillazioni settimanali molto più ampie (14% per le chiusure e 23% per i massimi). La volatilità attuale è più contenuta, soprattutto nelle chiusure settimanali.

Bitcoin sembra ripetere un comportamento ciclico simile a quello iniziato nell’aprile 2023, con una struttura che durò fino a settembre dello stesso anno, segnando un minimo dopo circa 154 giorni e un breakout dopo circa 200 giorni.

Se il ciclo attuale segue lo stesso schema, ci aspettiamo che si concluda intorno alla fine di luglio o inizio agosto, con un breakout dei nuovi massimi previsto per la fine di settembre.

Il comportamento attuale di Bitcoin, con un minimo atteso per la prima decade di agosto e un possibile massimo che potrebbe essere rotto verso fine settembre, rispecchia perfettamente la struttura ciclica del 2023.

Il mercato, quindi, sta replicando un pattern simile, suggerendo una chiusura del ciclo attuale entro fine luglio o inizio agosto e un potenziale rialzo significativo da fine settembre in poi.

Vuoi sapere se Bitcoin ripete questo pattern?

La struttura attuale del mercato di Bitcoin, caratterizzata da una fase di debolezza, è vista come migliorativa per le prospettive future. Si è già attraversato un periodo di circa 90 giorni di ribasso relativo, e uno degli scenari più probabili suggerisce che questa debolezza è benefica per il medio-lungo termine.

È atteso un chiarimento entro questa settimana, poiché il ciclo mensile non può più essere ritardato. Se ci sarà una ripresa, dovrebbe avvenire a breve.

La chiusura ciclica annuale è prevista intorno al 22 luglio, con una possibile estensione fino al 10 agosto, tenendo conto della deviazione standard. Per confermare la chiusura di questa struttura, Bitcoin dovrebbe chiudere almeno una settimana sotto i 60.000 dollari, idealmente intorno ai 58.000 dollari.

Se ciò avviene, si prevede che il mercato continuerà a oscillare senza grandi movimenti per un po’. Queste fasi di stallo sono stressanti, soprattutto per i trader a lungo termine che cercano di catturare trend significativi.

Nonostante alcune operazioni minori durante i recenti rialzi, la mancanza di un trend definito negli ultimi 90 giorni ha reso difficile ottenere profitti consistenti.

Non dimenticarti mai questa cosa

Non bisogna mai dimenticare che le fasi di stallo del mercato, come quella attuale, sono importanti. Bisogna restare concentrati e osservare attentamente l’andamento del mercato.

Bitcoin al momento non ha mostrato un’inversione di trend, neanche a breve termine, e non ha raggiunto i 60.000 dollari, che sarebbe un livello indicativo di un’inversione.

Bitcoin ha avuto un rialzo del 175% da una fase precedente, ma da allora ha solo oscillato senza fare progressi significativi.

Ogni fase di congestione può essere pericolosa perché potrebbe preludere a una fase di distribuzione, ma questo può essere confermato solo dopo la conclusione della fase stessa.

Nonostante il periodo di “sell in May and go away” sembri avere la meglio al momento, ottobre è vicino e se i cicli chiuderanno effettivamente tra luglio e agosto, sarà un segnale positivo per Bitcoin, confermando una perfetta ciclicità.

È necessario vedere come si comporterà il mercato questa settimana: se ci sarà un rimbalzo che porterà confusione o se continuerà con l’attuale andamento, aumentando le probabilità di uno scenario ciclico positivo.

HOT TOPIC

Articoli correlati

Giorni :
Ore :
Minuti :
Secondi

— Elimina la confusione —
— diventa un vero trader —

Risparmia 547€
Sul Corso Basic 2.0

⚠️ Solo per pochi giorni ⚠️

L'Academy apre le sue porte.
Entra ora e preparati a cavalcare la prossima Bullrun con noi!